Tremano Croazia e Slovenia, due forti scosse al mattino. “Un ferito grave e ingenti danni”

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Due scosse di terremoto sono state registrate stamani a nord della Croazia, con epicentro a pochi km da Zagabria, quasi al confine con la Slovenia. La scossa più forte, di magnitudo 5.3 è stata avvertita alle ore 6.24 l’altra di magnitudo 4.9 quasi mezzora più tardi.

Secondo l’istituto italiano di geofisica e vulcanologia (Ingv) gli eventi sono stati localizzati a a una decina di km di profondità e avvertiti distintamente anche in Slovenia, Bosnia, Ungheria e Italia.

Secondo i media ci sarebbe un ferito “gravissimo” e ingenti danni.  Il ferito, secondo il pronto soccorso pediatrico della capitale, è un bambino di 15 anni che in un primo momento era stato dato per morto.

Quanto ai danni, le foto ed i video pubblicati dai media locali mostrano palazzi gravemente danneggiati, auto distrutte dalle macerie degli edifici e strade coperte di calcinacci. Il quotidiano Vecernji parla anche di danni all’ospedale di Rebro. Molti residenti sono scesi in strada in preda al panico.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB