1 Dicembre 2022

Concordia, Francesco Schettino ricorre in Cassazione dopo condanna a 16 anni

Correlati

Francesco Schettino
Francesco Schettino

L’ex comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino, ha presentato ricorso alla Corte di Cassazione contro la condanna, a 16 anni e un mese di reclusione, inflittagli dalla Corte di Appello di Firenze il 31 maggio scorso per il drammatico naufragio della Concordia all’Isola del Giglio avvenuto il 13 gennaio 2012.

Il disastro navale ebbe come conseguenza 32 morti, oltre a numerosi feriti e traumatizzati e danni materiali ingenti, come i risarcimenti e la rimozione e il successivo smantellamento del gigante dei mari, costato milioni di euro.

I difensori di Schettino hanno depositato il ricorso all’ufficio impugnazioni esterne presso il tribunale di Napoli e chiedono l’annullamento della sentenza.

Schettino, unico imputato nel processo,  in primo grado era stato condannato a sedici anni di reclusione, nel febbraio 2015. L’accusa ne aveva chiesti 26.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Falso in bilancio, si dimette l’intero Cda della Juventus

Dopo dodici anni lascia anche il presidente Andrea Agnelli. Gianluca Ferrero sarà il nuovo presidente. Alla base della decisione il coinvolgimento nell'indagine Prisma per falso in bilancio e dalle contestazioni della Consob

DALLA CALABRIA

Caso Bergamini, Padovano svela: “Denis ricevette una telefonata che lo stranì”

"Quel sabato mattina era normale, nel pomeriggio ricevette una telefonata che lo stranì ma non conosco il contenuto della...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER