25 Giugno 2022

Nicola Marini è il nuovo presidente dell’Ordine dei giornalisti

Stessa categoria

Nicola Marini
Nicola Marini

ROMA – Nicola Marini è stato eletto nuovo presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti. Con 73 voti alla seconda votazione (quanti ne prevedeva il quorum per evitare il ballottaggio), Marini è stato promosso presidente dal Consiglio nazionale. Il neo presidente succede a Enzo Iacopino che aveva rimesso il mandato a marzo tra mille polemiche.

Nato ad Avezzano il 7 novembre 1951, Nicola Marini è giornalista professionista dal 29 gennaio 1982 e membro del Consiglio nazionale dell’Ordine dal 1998. Per tre mandati è stato vice presidente della Commissione Ricorsi (presieduta dal compianto Saro Ocera) e, nei due precedenti mandati, ha ricoperto la carica di tesoriere.

Laureato in Scienze Politiche, Marini è pensionato Inpgi dopo aver lavorato nella redazione de “Il Tempo di Pescara” e dal 1988 in Rai, nella sede regionale dell’Abruzzo, con la qualifica di vice caporedattore.

La Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi) augura buon lavoro a Nicola Marini, neopresidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. “Siamo certi – afferma la Fnsi – che la sua riconosciuta esperienza, unita alle sue capacità professionali, gli consentirà di guidare con autorevolezza e saggezza l’Ordine professionale in una delicata fase di transizione, rinsaldando la collaborazione con gli altri enti della categoria nell’esclusivo interesse di tutti i giornalisti italiani”.

“Per la prima volta un abruzzese è al vertice del massimo organismo di categoria”. Lo scrive Angela Trentini, presidente dell’Ucsi Abruzzo (Unione cattolica stampa italiana), che nel formulare i migliori auguri di buon lavoro al neopresidente, esprime la propria “soddisfazione per l’elezione del collega che vanta una lunga e ricca carriera”.

Nicola Marini , promotore di importanti iniziative dell’Ucsi Abruzzo ha avuto un ruolo fondamentale nella rinascita dell’associazione che riunisce giornalisti cattolici e cristiani in Abruzzo. “A lui, a nome di tutti gli iscritti abruzzesi, formulo i migliori e più proficui auguri di buon lavoro nel guidare l’Ordine dei giornalisti in una delicata fase di transizione”, conclude Angela Trentini.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER