Anna Frank oltraggiata con la maglia della Roma. Mattarella: “Disumano”

Carlomagno campagna novembre 2018

Anna Frank oltraggiata con la maglia della RomaAnna Frank, la bambina uccisa nei campi di sterminio nazisti e che nel suo celebre diario raccontò dai lager tutte le sofferenze patite durante la Shoah, è stata oltraggiata da alcuni ultrà laziali che l’hanno raffigurata con addosso la maglia della Roma. Gli adesivi sono stati trovati presso la curva sud dei giallorossi.

Immediata la reazione della Comunità ebraica di Roma con la presidente Ruth Dureghello che su Twitter condanna: “Questa non è una curva, questo non è calcio, questo non è sport. Fuori gli antisemiti dagli stadi”. Nella foto postata dalla Dureghello appare anche una scritta con la frase “Romanista ebreo”.

Condanna unanime anche dal mondo sportivo e politico con il segretario dem Matteo Renzi: “Se io fossi il presidente di una squadra di calcio – afferma Renzi su Fb – domani scenderei in campo con la Stella di David al posto dello sponsor. E spiegherei ai ragazzi delle curve perché quando pronuncio il nome di Anna Frank mi vengono i brividi. Restiamo umani, amici”.

Il ministro per lo Sport Luca Lotti “condanna con forza il grave episodio” di antisemitismo che si è verificato allo stadio Olimpico. “Quello che è accaduto ieri sera è gravissimo, non ci sono giustificazioni: sono episodi da condannare, senza se e senza ma” ha affermato il ministro. “Sono certo che le autorità competenti faranno luce su quanto avvenuto e che i colpevoli saranno presto individuati e condannati” conclude il ministro Lotti.

Adesivi con l'immagine di Anna Frank con la maglia della Roma apparsi in Curva sud
Adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglia della Roma apparsi in Curva sud

“La Lazio ha sempre condannato ogni forma di razzismo, si resta interdetti di fronte a manifestazioni di evidentemente riguardano un gruppo ristrettissimo di persone, che non coinvolgono i tifosi che si sono sempre comportati bene e in maniera regolare”. Così all’Ansa il portavoce della Lazio, Arturo Diaconale, dopo gli adesivi antisemiti affissi in Curva Sud. “Ci preoccupa che un numero minutissimo di sconsiderati può provocare danni d’immagine e materiali clamorosi a una società che sta facendo ogni massimo sforzo essere al passo coi tempi”.

“Siete il male della Lazio, giornalisti terroristi”. Con questo post su Facebook del gruppo ‘Curva Nord Lazio’, gli ultrà biancocelesti commentano quanto emerso oggi. Tra i commenti c’è chi chiede di “chiarire subito la questione”, mentre altri, con telefonate ad emittenti locali, gridano al “complotto” che sarebbe stato ordito dai romanisti, alcuni dei quali avrebbero fatto emergere la vicenda con dei post sui social.

“Il volto e le pagine del diario di Anna Frank, la sua storia di sofferenza e di morte a opera della barbarie nazista, hanno commosso il mondo. Utilizzare la sua immagine come segno di insulto e di minaccia, oltre che disumano, è allarmante per il nostro Paese, contagiato, ottanta anni addietro, dall’ottusa crudeltà dell’antisemitismo”. Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.