Papa Francesco “preso” da una fedele la picchia sulle mani, poi si scusa


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Una fedele troppo “aggressiva” e Papa Francesco perde la pazienza. Dopo la solenne celebrazione del Te Deum, il Pontefice è sceso in piazza San Pietro per ammirare il presepe plastic free donato dalla Regione Autonoma del Trentino e si è avvicinato ai fedeli.

Una donna ha afferrato la mano del Papa, tirando a sé il braccio del Pontefice. Francesco, per liberarsi, ha dovuto usare le maniere forti: per sfilarsi il braccio ha dovuto dare due “schiaffi” sulla mano della pellegrina, dicendo: “Ehi, ehi…lasciami andare…”. Una volta liberatosi il Papa ha proseguito il suo cammino e si vede chiaramente stizzito, come mostrano le immagini del video.

Papa Francesco oggi si è però scusato. “Gesù non ha tolto il male dal mondo ma lo ha sconfitto alla radice. La sua salvezza non è magica, ma “paziente”, cioè comporta la pazienza dell’amore, che si fa carico dell’iniquità e le toglie il potere”, ha detto Bergoglio prima dell’Angelus. Poi, parlando a braccio, ha sottolineato: “A volte perdiamo la pazienza. Anche io. E chiedo scusa per il cattivo esempio di ieri”.

Intanto, su twitter e facebook, il video viene rilanciato con una valanga di commenti negativi nei confronti del pontefice. “Dio perdona, Bergoglio no”. “Buon proposito per il 2020: allontanare le persone tossiche come solo il Papa sa fare”.

Il tweet di Daniele Capezzone: “Oggi papa Bergoglio si recherà presso un ospizio a dare due sganassoni alle vecchiette presenti. Seguirà pranzo con strattonamento di mendicanti e calcio in culo al passante più fortunato”. Tra i politici anche il tweet di Guido Crosetto: “Oggi il Papa ha dedicato la predica al rispetto della donna. Ispirato dalla fedele di ieri…”.

Marcello Veneziani: “Papa Manesco I: Mai visto un papa azzuffarsi coi fedeli; altro che accoglienza e ponti, siamo alle comiche finali”.

Ma molti sono i commenti a difesa, anche memori della aggressione a Papa Benedetto XVI la notte di Natale del 2009: “Sono disgustato dagli interventi pieni di astio, sui social, verso il Papa. Stava per finire a gambe levate – fa notare un utente di twitter -, strattonato da una persona senza senso della misura. Ha reagito come naturalmente avrebbe fatto chiunque”.

 

IL VIDEO


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM