1 Ottobre 2022

Ferrari: La lite tra Montezemolo e Marchionne “assopigliatutto”

Correlati

MELINA. La conferenza stampa tra Marchionne e Montezemolo
MELINA. La conferenza stampa tra Marchionne e Montezemolo

“Quello tra Luca Cordero di Montezemolo e Sergio Marchionne è stato uno scontro carsico che durava da anni”. Lo hanno riferito fonti vicino all’azienda di Maranello. “A seguito delle ‘continue pressioni’ a lasciare, Luca, piegato dagli ultimi insuccessi della Ferrari, ha ceduto il passo al suo diretto contendente, l’ad di Fiat Chrysler Marchionne” definito “assopigliatutto”.

L’avvicendamento, sempre secondo quanto riferito, “doveva avvenire già agli inizi dell’anno ma Montezemolo ha avuto la forza di resistere. E’ stato uno scontro senza esclusione di colpi dove a vincere è stato alla fine il più forte. Un golpe bianco portato condotto scientificamente da apparati lobbistici e poteri finanziari. Anche se questi restroscena non trapelano mai dalla stampa convenzionale. C’è solo melina”.

L’ex presidente Montezemolo ha passato ieri il timone della Ferrari a Marchionne. Il punto di non ritorno è stata la bruciante sconfitta della “Rossa” nel gran premio di Monza. E sono stati proprio i recenti insuccessi del Cavallino a spingere l’ad di Fiat Chrysler a sollecitare un passo indietro a Montezemolo.

Per la successione si era prima parlato di Lapo Elkan, un altro che ambiva a guidare l’azienda di famiglia (la Fiat) che oggi presiede Marchionne (“assopigliatutto”). Evidentemente era stato fatto il suo nome per bruciarlo in partenza, così come avviene in politica. Ad ogni modo, a Luca Cordero andranno circa 27 milioni di euro di liquidazione. Ieri la prima dichiarazione di Marchionne: “Sono stato incredibilmente vicino alla Ferrari. Ho iniziato con Luca in un momento difficile e ho condiviso con lui gli ultimi dieci anni nello sviluppo dei modelli. Non esiste nessun altro che potesse garantire continuità alla Ferrari per andare avanti”. Intanto sui social è polemica contro Marchionne.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

“Mondo di Mezzo”, la Cassazione condanna in via definitiva Buzzi e Carminati

La sentenza ieri sera. I supremi giudici della Seconda sezione penale della Suprema Corte hanno convalidato in via definitiva le condanne a dieci anni per Carminati e a 12 anni e dieci mesi per Buzzi. L'ex ras delle cooperative dopo la pronuncia dei giudici è stato arrestato dai Carabinieri del Ros in Calabria. Deve espiare la pena residua di 7 anni e 3 mesi. Carminati è già in carcere.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER