14 Agosto 2022

Il caso Lo Porto e le mille vergogne del Parlamento vuoto

Stessa categoria

Camera dei deputati deserta per il nostro connazionale Giovanni Lo Porto
Camera dei deputati deserta per il nostro connazionale Giovanni Lo Porto

Sul caso di Giovanni Lo Porto, il cooperante ucciso in gennaio dalla Cia in Afghanistan, il ministro per gli Affari esteri Paolo Gentiloni ha riferito in una Camera dei Deputati totalmente deserta. Su 630 parlamentari ne erano presenti all’incirca 35, riferisce l’esponente di Forza Italia, Daniele Capezzone che ha fatto girare in rete alcune immagini dell’aula. Come si vede nelle foto erano presenti più ospiti che non onorevoli.

Nessuno al momento sa spiegare il perché di questa clamorosa assenza che alcuni notano come “offensiva della memoria” del giovane palermitano. Proprio mentre il ministro è stato chiamato a riferire sulla gravissima azione statunitenze, la cui responsabilità è stata ammessa ieri da Barack Obama che ha chiesto pubblicamente scusa.

Un’assenza così massiccia, al netto delle missioni, è probabilmente dovuta al ponte per il 25 aprile, ma resta comunque un fatto grave assentarsi mentre il governo sta riferendo circostanze su un nostro connazionale ucciso da fuoco amico in un territorio abbastanza ostile come l’Afghanistan.

Aula di Montecitorio deserta per il nostro connazionale Giovanni Lo Porto
Aula di Montecitorio deserta per il nostro connazionale Giovanni Lo Porto 24 aprile 2015 (twitter Daniele Capezzone)

Era dovere di tutti i parlamentari essere presenti non tanto per rievocare il can can del “sono pagati dai cittadini”, ma per il rispetto che merita la memoria di un giovane volontario rapito da al-Qaeda e poi ucciso dall’intelligence Usa. Il rispetto che merita la famiglia del giovane siciliano, alla madre Giusy che ha sofferto prima dolore del rapimento e poi la notizia dell’uccisione.

Un Parlamento mediocre e vergognoso che mostra la sua vera essenza: distanza abissale dalla società civile e autoreferenzialità che fa il paio con l’inutilità della stragrande maggioranza dei membri dell’istituzione più importante d’Italia. Se si fosse trattato di votare un ritocchino delle loro indennità, certamente l’Aula tracimava, ma visto che si discuteva di un ragazzo morto nella sua missione di volontario a chi poteva fregargliene. Un italiano di serie B. Meglio fare i preparativi per la ciambotta del 25 aprile. Vergogna per gente senza dignità!


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Bus per Medjugorje sbanda ed è strage, morti 12 pellegrini polacchi

Un bus polacco si stava recando per un pellegrinaggio da Varsavia a Medjugorje. Sabato mattina è uscito fuori strada. Le vittime potrebbero essere di più. Feriti gravi. Tra le ipotesi un probabile colpo di sonno dell'autista

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER