28 Settembre 2022

Follia a Palermo, pirata travolge e uccide Tania Valguarnera. E' omicidio stradale, ma la legge non c'è

Correlati

Palermo incidente morta via liberta. Pirata travolge e uccide Tania Valguarnera
Omicidio stradale a Palermo. Muore Tania Valguarnera. Ma la legge non c’è. 

Una giovane donna di circa 30 anni, Tania Valguarnera, scultrice palermitana, è stata travolta e uccisa da un pirata della strada in via Libertà, a Palermo, da un un uomo senza patente alla guida di una Fiat Doblò. Il pirata, Pietro Sclafani di 50 anni, dopo il violentissimo impatto invece di prestarle soccorso è fuggito ma è stato individuato e arrestato in via Autonomia Siciliana.  Per lui l’accusa è di omicidio colposo e omissione di soccorso.

Tania Valguarnera, da quando apprende l’Ansa, sarebbe mamma di due gemelle e si sarebbe dovuta sposare tra qualche mese. Stamane stava andando nel call center Alicos, dove lavorava, ed è stata investita mentre attraversava la strada. I sanitari del 118 hanno cercato di rianimarla, ma tutto è stato inutile: la ragazza sarebbe morta sul colpo. Ad arrestare poi il pirata, fuggito a bordo della sua Fiat Doblò, sono state le volanti della polizia. La patente gli era stata sequestrata da un anno per eccesso di velocità.

La giovane Tania Valguarnera, uccisa da un pirata a Palermo
La giovane Tania Valguarnera, uccisa da un pirata a Palermo

Alcuni testimoni che hanno assistito all’incidente mortale hanno subito chiamato il 113 e dato alla polizia gli elementi che poi sono stati fondamentali per rintracciare e arrestare Sclafani. L’uomo, proprietario di un panificio, è stato bloccato poco dopo a qualche centinaio di metri dal luogo dell’incidente. Già lunedi il gip potrebbe convalidare l’arresto e si avvieranno le procedure per processarlo per direttissima.

Per l’uomo varranno le leggi vigenti in materia di pirateria stradale. L’omicidio stradale è ancora in discussione in Parlamento. Se fosse stata in vigore quella legge, molto più rigida, avrebbe rischiato, secondo le prime ipotesi legislative, da 8 a 18 anni di carcere e la revoca a vita della patente di guida.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Spari in una scuola in Russia, 15 morti tra cui 11 bimbi. 24 feriti. Il Cremlino: “Forse un neonazista”

Si aggrava il bilancio delle vittime della sparatoria nella scuola di Izhevsk, salito a 15 morti, tra cui 11...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER