1 Ottobre 2022

Roma, auto pirata non si ferma all'Alt e rischia una strage. Un morto e sei feriti. Ricercati

Correlati

Il luogo dove della tragedia dell'auto pirata che ha ucciso una donna
Il luogo dove della tragedia dell’auto pirata che ha ucciso una donna (Ansa/Carconi)

Un’auto pirata non si è fermata a un posto di controllo della polizia e nella fuga ha investito alcune persone, in via di Boccea nella periferia di Roma. Una donna filippina di 44 anni è morta e 7 persone sono rimaste ferite, di cui tre in gravi condizioni.  Il 118 ha trasportato due persone in codice rosso al Policlinico Gemelli, altri due al San Camillo, un codice giallo al San Carlo di Nancy e un verde al Santo Spirito.

E’ accaduto in serata attorno alle 20. La macchina Lancia Lybra, con a bordo tre rom, è stata inseguita e raggiunta, ma i pirati a bordo sono riuscite a scappare a piedi. Le persone investite sarebbero sette, secondo le prime informazioni. Sono in corso ricerche e accertamenti sull’auto. Fonti investigative hanno detto che viaggiavano a 170 chilometri orari quando hanno falciato le persone alla fermata del bus.

Testimoni, una scena apocalittica – “Ho sentito le sirene della polizia e poi un gran botto. Mi sono affacciato alla finestra e c’erano delle persone per terra, ferite. Una donna che non si muoveva. Sono sceso a vedere e la scena era apocalittica”. Così al telefono con l’Ansa Franco Palozzi, che abita in via Mattia Battistini sopra al luogo in cui stasera un’auto non si è fermata all’alt della polizia e ha travolto diversi passanti. “E’ successo vicino alla fermata della metro – dice -, ho visto due donne ferite, una era finita sotto un’auto, e una morta con la testa fracassata. Mi hanno detto che poi la macchina ha investito altri due in motorino più avanti, su via di Boccea”. “Abbiamo sentito un boato fortissimo, sembrava una bomba. Quando siamo usciti in strada c’erano delle donne stese per terra e sangue ovunque”. E’ la testimonianza di alcuni negozianti di via Battistini. “Abbiamo intravisto un’auto andare via – proseguono -. Ci hanno detto che poco più avanti ha travolto almeno altre due persone, forse erano in scooter”.

Tre persone a bordo, due sono fuggite – C’erano tre persone a bordo dell’auto, una Lancia Libra, che stasera non si è fermata all’alt della polizia e ha travolto diversi passanti in via di Boccea e poi in via di Montespaccato. Una delle tre persone è stata bloccata, le altre due sono fuggite a piedi e vengono ricercate, secondo la ricostruzione della questura. “L’equipaggio di una Volante, transitando su via di Boccea, ha intimato l’alt al conducente che procedeva a forte velocità zigzagando tra le auto – si legge nella nota -. L’autista del veicolo invece di arrestare la marcia ha spinto il piede sull’acceleratore ed ha tentato di fuggire. Giunti all’altezza della fermata del Metro “Battistini” i fuggitivi hanno investito un gruppo di persone ed hanno continuato la corsa. Raggiunti dopo alcuni chilometri di inseguimento, i tre hanno arrestato la marcia all’altezza di via di Montespaccato ed una volta scesi dalla macchina sono fuggiti. Inseguiti dai poliziotti, due dei tre occupanti sono riusciti a far perdere le proprie tracce mentre un terzo è stato bloccato”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

“Mondo di Mezzo”, la Cassazione condanna in via definitiva Buzzi e Carminati

La sentenza ieri sera. I supremi giudici della Seconda sezione penale della Suprema Corte hanno convalidato in via definitiva le condanne a dieci anni per Carminati e a 12 anni e dieci mesi per Buzzi. L'ex ras delle cooperative dopo la pronuncia dei giudici è stato arrestato dai Carabinieri del Ros in Calabria. Deve espiare la pena residua di 7 anni e 3 mesi. Carminati è già in carcere.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER