3 Marzo 2024

Blitz al porto turistico di Roma, arrestati Mauro Balini e altri 3. Sequestri per 400 milioni

Correlati

Il presidente del porto turistico di Roma Mauro Balini
Il presidente del porto turistico di Roma Mauro Balini

Il porto turistico di Roma al centro del business di una presunta associazione criminale. La Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma ha eseguito 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere e proceduto a un mega sequestro di beni per un valore stimato di 400 milioni di euro. In manette il presidente del porto di Ostia, Mauro Balini, imprenditore immobiliare e presidente del porto, che secondo la procura sarebbe a capo di una presunta cupola criminale.

Le accuse, da quanto appreso, sono di associazione a delinquere e bancarotta fraudolenta, crac che si riferirebbe allo scioglimento della società concessionaria ATI.

Le Fiamme gialle si sono presentate all’alba sul Lungomare Duca degli Abruzzi di Ostia sequestrando posti barca, parcheggi, strutture amministrative, commerciali e aree portuali, all’interno del Porto Turistico di Roma, del valore commerciale complessivo di oltre quattrocento milioni di euro.

I dettagli dell’operazione verranno illustrati in una conferenza stampa indetta per le 10.30 presso la sede del Nucleo di Polizia Tributaria Roma, in via dell’Olmata n. 45, alla presenza del procuratore aggiunto Nello Rossi, del comandante provinciale della Guardia di Finanza, generale Giuseppe Magliocco e del colonnello Cosimo Di Gesù, comandante del Nucleo di Polizia tributaria.

Imbaracazioni al porto turistico di Roma
Imbarcazioni al porto turistico di Roma

Costruito nel 2001, il Porto Turistico di Roma si trova a Ostia, a sud est della foce del Tevere e sorge su una superficie di circa 22 ettari, disponendo di 840 posti barca per lunghezze comprese fra gli 8 e i 60 metri.

A breve, è riportato nel loro sito, inizieranno i lavori di ampliamento del porto di Roma finalizzati ad aumentare la capienza della struttura che sarà in grado di ospitare 1419 posti barca. A disposizione dei natanti circa 611 nuovi punti di ormeggio per imbarcazioni da diporto di lunghezza compresa tra 12,00 e 70,00 metri. Ampliamento che per il momento dovrà attendere gli esiti della mega operazione di stamattina.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Genocidio dei palestinesi, Orsini: “Gaza e l’Olocausto”

di Alessandro Orsini su X "Gaza e l’Olocausto. Siccome nella scienza tutte le domande sono lecite, chiedo a voi: quale...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)