Bonorva (Sassari), assalto a portavalori. Bottino da 500mila euro

Il luogo dove è avvenuto l'assalto al portavalori Vigilpol a Bonorva, Sassari (Ansa/Gian Mario Sias)
Il luogo dove è avvenuto l’assalto al portavalori Vigilpol a Bonorva, Sassari (Ansa/Gian Mario Sias)

Scene da “Far west” sulla statale di Bonorva, in provincia di Sassari. Un commando composto da almeno otto persone, armato fino ai denti, ha preso d’assalto un furgone portavalori della Vigilpol. Alla vista dei rapinatori le guardie giurate addette al trasporto, hanno reagito e ne è nata una sparatoria. Il bilancio è di un agente ferito, mentre i banditi sono fuggiti, da quanto riferito, con oltre mezzo milione di euro.

L’agguato
L’agguato è scattato poco prima delle 8 sulla statale 131, al km 156 vicino a Bonorva, Sassari. Nel conflitto a fuoco una delle guardie giurate è rimasta lievemente ferita a un polpaccio, colpito di rimbalzo dalle schegge di una pallottola.

La scena dove è avvenuto l'assalto al portavalori a Bonorva, Sassari (Ansa/Gian Mario Sias)
(Ansa/Gian Mario Sias)

Un piano ben studiato
La banda ha bloccato la strada con un camion rubato ed il mezzo della Vigilpol è stato costretta a frenare. Poco dopo il furgone blindato è stato preso di mira dal commando che ha aperto il fuoco con alcune armi fra cui kalashnikov.

La scena dove è avvenuto l'assalto al portavalori a Bonorva, Sassari (Ansa/Gian Mario Sias)
La Polizia Scientifica cerchia i bossoli nel luogo dell’assalto al portavalori a Bonorva, Sassari (Ansa/Gian Mario Sias)

Le guardie giurate sono state fatte scendere ed i malviventi si sono impossessati delle valigie con il denaro.

La fuga.
Per coprirsi la fuga hanno anche incendiato un’auto che avevano utilizzato. Sul luogo sono intervenuti gli agenti della Polizia di Sassari, la Scientifica e altre forze che hanno avviato le ricerca istituendo posti di blocco in tutta la zona.