24 Febbraio 2024

Roma, auto pirata non si ferma all’alt e travolge scooter. 2 morti

Correlati

Un’altra strage causata da un auto pirata a Roma. Un’automobile inseguita dalla Polizia stradale si è ribaltata ed è finita su uno scooter: il bilancio è due i morti.

E’ successo la scorsa notte a Roma sulla via Cassia. Secondo quanto si è appreso il motociclista, un cittadino libanese di 45 anni, è deceduto sul colpo, mentre uno dei due giovani a bordo della macchina che si è capottata è morto durante il trasporto in ospedale. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, polizia municipale e 118.

Solo nel maggio scorso, Roma è stata teatro di un’altra tragedia a causa di  Lancia Lybra che non si era fermata all’alt a un posto di blocco. Era accaduto a Primavalle quando l’auto guidata da un minorenne rom, fuggendo allo stop della polizia è piombata a folle velocità su una fermata dell’autobus falciando nove persone: un morto e nove feriti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

Sequestrati beni per 2,5 milioni a imputati processo antimafia

Beni per un valore di oltre 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)