30 Novembre 2021

Due incidenti in Sardegna e Abruzzo. Muoiono 2 giovani

Stessa categoria

In moto travolto da furgone, muore in Costa Smeralda. Muore Luca Gaetano Eros Pecoraro
La moto travolto da furgone, giovane muore in Costa Smeralda (Ansa)

Due incidenti mortali in Sardegna e Abruzzo. A perdere la vita due giovani, il primo a Olbia in moto, l’altro in auto ad Avezzano, provincia dell’Aquila.

Un barista di 33 anni, Luca Gaetano Eros Pecoraro, originario di Enna, è morto all’alba nello scontro tra la sua moto e un furgone sulla Provinciale 59 che collega Olbia con la Costa Smeralda, in località “Cavallino”.

Da una prima ricostruzione, sembra che Luca Pecoraro, in sella alla sua Yamaha 600, avrebbe perso il controllo della moto e, dopo la caduta, sarebbe stato travolto da un furgone, ma sono in corso i rilievi per accertare la dinamica. Pecoraro è morto sul colpo. Sul posto è intervenuta un’equipe del 118, che non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

L’altro grave incidente ad Avezzano, dove un giovane, G.A., 23 anni residente a Roma, ma originario di Pescasseroli, è morto, la scorsa notte, in un incidente stradale avvenuto lungo la statale che collega Pescasseroli ad Avezzano.

Il giovane viaggiava a bordo di una Bmw guidata da un suo amico, I.D.V. 28 anni di Opi, che avrebbe perso il controllo dell’auto finendo contro un albero all’uscita di una curva; il giovane è morto sul colpo, mentre l’amico è stato trasportato, in condizioni critiche, all’ospedale di Avezzano.

Un incidente, quest’ultimo, che somiglia per certi aspetti, a quello avvenuto giorni fa a Roma sulla Cristoforo Colombo, dove ha perso la vita il noto costruttore Claudio Salini.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI
- Advertisement -

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

- Advertisement -

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Miozzo (ex Cts): “La variante Omicron è soprattutto mediatica”

Il professore invita alla cautela e ad attendere i risultati degli studi scientifici. "I tg hanno generato panico nella popolazione dell’intero Pianeta". E sul Natale che sta per arrivare, l'ex coordinatore del Comitato tecnico scientifico afferma: “Non abbiamo la sfera di cristallo, ma i dati ci confortano rispetto a quello dello scorso anno"

Dopo Delta spunta la variante sudafricana. Arriva la Quarta dose? Pfizer: “Vaccini in tre mesi”

Secondo i soliti esperti questa mutazione "potrebbe sfuggire al vaccino ed essere più contagiosa". Bill Gates, il filantropo con la sfera di cristallo, l'aveva prevista, come predisse anni prima la cosiddetta pandemia
- Advertisement -

I misteri del Covid e dei vaccini

- Advertisement -

Popolari sul Covid

- Advertisement -

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER