Aidomaggiore, ucciso con 2 fucilate l'allevatore Felice Atzori

Aidamaggiore (Oristano), ucciso con due fucilate l'allevatore Felice Atzori

Due fucilate esplose a colpo sicuro da breve distanza. E’ il responso dell’autopsia eseguita a Cagliari dal medico legale Roberto Demontis sul cadavere di Felice Atzori, l’allevatore di 77 anni di Aidomaggiore ucciso all’alba di ieri nel suo ovile in località Sa Tanga Noa nelle campagne tra Sedilo e Borore.

Gli investigatori restano abbottonati su tutti i particolari del tragico agguato, ma i risultati dell’autopsia sembrano confermare che a sparare sia stato un solo fucile.

[divide icon=”circle” margin_top=”20″ margin_bottom=”20″ color=”#fc0101″]

I FATTI
Un allevatore, Felice Atzori, di 77, è stato ucciso venerdì mattina in un ovile nelle campagne di Aidomaggiore (Oristano), in località Tanca’e Su Buscu. Il suo corpo è stato trovato dai familiari, preoccupati per il suo mancato rientro a casa.

L’uomo non si era sposato e viveva nella sua abitazione di campagna con la sorella e un nipote.  Felice Atzori col suo gregge usciva tutti i giorni al mattino presto e faceva in genere rientro per il pranzo, ma qualcuno questa volta si è fatto trovare in agguato.

Nulla ancora si è appreso sulla dinamica del delitto né sul tipo di arma usata. Quanto al movente, i Carabinieri stanno scavando nel passato della vittima: da quando si apprende, potrebbe trattarsi di problemi di pascolo e furti di bestiame. E’ probabile che l’allevatore sorpreso nell’ovile un ladro di bestiame con cui ha avuto una lite e da lì ha prevalso il killer.

Si indaga. I Carabinieri della Compagnia di Oristano e della Stazione di Ghilarza hanno aperto un’indagine. Sul posto, anche il magistrato di turno e il medico legale per gli esami di rito. (updated 19/19/2015)