18 Gennaio 2022

Giallo ad Arcola (La Spezia). Trovato cadavere in un bosco

Stessa categoria

Giallo ad Arcola (La Spezia). Trovato cadavere in un bosco CanarbinoGiallo in Liguria. I resti del corpo di un uomo sono stati ritrovati nel tardo pomeriggio di venerdì nei boschi di Canarbino, nel Comune di Arcola in provincia di La Spezia.

A fare la scoperta sono stati alcuni alcuni cacciatori che battevano la zona. Gli uomini appena notato il corpo dell’uomo senza vita hanno avvertito i Carabinieri di Sarzana, che si sono subito recati sul posto.

Il cadavere è in avanzato stato di decomposizione. Il morto, che ancora non è stato identificato, potrebbe essere giovane, dall’apparente età di 30/35 anni. Sui resti non è stato rinvenuto nessun documento di identità.

I militari dell’Arma hanno avviato indagini per cercare di risalire all’identità della vittima, in particolare si cerca di capire se vi siano persone scomparse nella zona da almeno due mesi a questa parte.

Il resti della persona deceduta in serata sono stati rimossi dai Vigili del fuoco intervenuti sul luogo. Da stabilire se l’uomo è morto per cause naturali o accidentali, se attaccato da qualche cinghiale oppure, ipotesi, non remota, se sia stato ucciso e abbandonato nella boscaglia. Ad accertare le cause del decesso sarà l’autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore. Seguono aggiornamenti


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER