Genova, scontro contromano sull'A7: un morto e otto feriti

Il luogo dello scontro tra due furgoni a Genova
Il luogo dello scontro tra due furgoni a Genova (da repubblica.it)

GENOVA – Una donna ecuadoriana di 34 anni, Leonor Maria Cabrera, è morta la notte scorsa e 7 persone sono rimaste ferite in modo molto grave tra cui 3 bambini tra i 2 e 4 anni dopo uno scontro frontale tra due furgoni avvenuto ieri sera quasi a mezzanotte sulla rampa che scende dalla barriera autostradale di Genova Ovest, dopo il casello, all’imbocco dell’A7.

Leonor Maria Cabrera e i feriti viaggiavano su un Fiat Ducato, il cui autista è rimasto ferito in modo lieve, che ha imboccato contromano l’A7. Grave anche il conducente dell’altro furgone, un marocchino residente a Vicenza.

Sul posto la Polstrada, i vigili del fuoco e i soccorritori del 118. Secondo una prima ricostruzione il Fiat Ducato con a bordo le otto persone, tutte sudamericane, forse di ritorno da una gita fuori porta, salda il conto al casello autostradale è poi avrebbe imboccato contromano la rampa che conduce sull’A7 Genova ovest.

Il conducente, William Basquez Melo, di 28 anni, l’ha percorsa per qualche decina di metri ma non è riuscito a evitare l’impatto con un altro furgone che procedeva nella direzione opposta. L’impatto è stato violentissimo al punto che i Vigili del fuoco hanno faticato non poco per estrarre le persone dalle lamiere accartocciate.

Altra mmagine dello scontro frontale avvenuto nella notte al casello di Genova Ovest
Altra immagine dello scontro frontale avvenuto nella notte al casello di Genova Ovest (Ansa)

A dare l’allarme sono stati gli automobilisti che hanno assistito al tragico incidente. I sanitari del 118 hanno tentato di tutto per salvare la vita a Leonor Maria Cabrera ma dopo numerosi tentativi di rianimarla non c’è stato nulla da fare. Gli altri feriti, compresi i bambini, di cui uno in gravi condizioni, sono stati trasportati all’ospedale Gaslini.

Il conducente del Fiat Ducato è stato dimesso lunedì mattina ed è ora sotto interrogatorio nella Caserma della Polstrada a Genova. Sarebbe risultato positivo ad alcool e sostanze stupefacenti. L’uomo rischia l’incriminazione per omicidio colposo.