18 Gennaio 2022

Roma in mano ai borseggiatori romeni. 10 arresti dell'Arma

Stessa categoria

borseggiatori a Roma 10 arresti dei CarabinieriI Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato complessivamente 10 persone con l’accusa di furto aggravato nell’ambito di quotidiani controlli anti borseggio.

Gli arresti sono tutti stati effettuati nel giro di poche ore, segno che esiste una rete non organizzata di borseggiatori  incalliti, autori anche di scippi e e piccoli furti, che messi insieme danno la misura di una capitale in mano a una microcriminalità che opera prevalentemente a danno di turisti.

All’interno della Stazione metropolitana “San Paolo”, i Carabinieri della Stazione Roma San Paolo hanno tratto in arresto tre cittadini romeni, due uomini di 29 e 34 anni ed una 18enne, che dopo aver bloccato temporaneamente le scale mobili hanno tentato di sfilare il portafogli ad un turista straniero.

A piazza Venezia, a bordo del bus “64”, i Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante hanno arrestato tre borseggiatori romeni di 43, 44 e 45 anni, che avevano appena scippato il portafogli con 100 euro ad un turista coreano.

Sempre a bordo del bus “64“, all’altezza della stesa piazza, i Carabinieri della Stazione Roma Quirinale hanno arrestato un cittadino algerino, di 23 anni, pregiudicato, subito dopo aver rubato il portafoglio ad una turista americana.

All’interno della metro B, all’altezza della fermata “Castro Pretorio”, i Carabinieri della Stazione Vittorio Veneto hanno bloccato altri due borseggiatori romeni di 41 e 56 anni, che avevano appena sottratto il portafogli con 300 euro ad un turista italiano.

Nei pressi della fermata “Repubblica” della linea “A” della metropolitana, i Carabinieri della Stazione Nomentana, hanno arrestato un cittadino romeno di 57 anni sorpreso mentre stava tentando di alleggerire il portafogli dalla borsa di una donna.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER