15 Aprile 2024

Roma, i timori di Franco Gabrielli sulla sicurezza del Giubileo

Correlati

Il prefetto di Roma Franco Gabrielli - Preoccupato per la sicurezza del Giubileo- Timore per l'Isis
Il prefetto di Roma Franco Gabrielli

Affrontare il Giubileo straordinario dal punto di vista della sicurezza, “perché è il primo ai tempi dell’Isis”. Secondo il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, ciò preoccupa un po’ di più dell’afflusso di pellegrini, attesi a milioni nell’anno giubilare.

“Leggo di previsioni – dice a Pescara il prefetto – di 30 milioni di persone. Ma dove? Ma quando? Ci saranno 30 mila pellegrini in una città dove si muovono 4 milioni di abitanti e dove uno dei principali problemi è la mobilità”.

“Il mio rammarico più grande – ha affermato il prefetto di Roma Franco Gabrielli – è di aver trovato una persona di grande onestà, che avrebbe potuto dare una svolta, e poi questa fine sugli scontrini, ingiusta e ingloriosa”. Pensando a quella che definisce “un’occasione perduta” Gabrielli ha poi aggiunto che “non sarà un semplice cambio di Giunta a risolvere i problemi se non ci sarà una legislazione adeguata e una macchina amministrativa che possa arrecare benefici ai poveri cittadini”. Perché secondo il prefetto il problema di città come Roma “è la macchina amministrativa”.

“La semplificazione che si fa della situazione attuale di Roma, attribuendola a questa Giunta o anche alla precedente è fuorviante”. Così il prefetto di Roma Gabrielli a Pescara per la kermesse di La Repubblica sul prezzo della corruzione.

Gabrielli da prefetto ha avuto incontri nei 15 municipi riscontrando l’interesse a parlare di problemi concreti, e non di “mafia capitale”, da parte di una città “molto arrabbiata, incattivita, esasperata”.

“Quando vado a leggere i decreti legislativi su Roma Capitale non trovo la benché minima soluzione ai reali problemi”, ha detto Gabrielli parlando dei problemi di Roma anche in vista del Giubileo. Per il Prefetto di Roma “La corruzione è un problema di regole, ma anche di cultura”.

“Votare si, votare no. Nella mia visione delle cose non c’è nessuna situazione che per me possa consentire la sospensione della democrazia. E quando mi sono trovato a dover scegliere che tipo di indirizzo dare sullo scioglimento, al di là degli aspetti di carattere politico, primo non volevo essere partecipe di un ulteriore sfregio che avrebbe comportato ricadute in termini di Pil; poi perché non tutti sanno che lo scioglimento per mafia significa sospensione della democrazia per almeno due anni. Alla fin fine la verifica elettorale credo sia sempre necessaria. Ce lo ha insegnato la Grecia”: così il prefetto di Roma, Franco Gabrielli.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)