4 Dicembre 2021

Napoli, altro omicidio a Marianella. Ucciso Raffaele Stravato

Stessa categoria

Il luogo dell'agguato in via dell'Abbondanza a Napoli dove è stato ucciso Raffaele Stravato
Il luogo dell’agguato in via dell’Abbondanza a Napoli dove è stato ucciso Raffaele Stravato

Un pregiudicato di 38 anni, Raffaele Stravato, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nel primo pomeriggio in via dell’Abbondanza, tra i quartiri Marianella e Scampia, dove l’ uomo abitava. Stravato, che era noto alle forze dell’Ordine per spaccio di droga e rapina, è stato ucciso in una esecuzione di stampo mafioso.

L’agguato è avvenuto intorno alle 15 in via dell’Abbondanza nei pressi dell’isolato 5, nel quartiere popolare Marianella. Raffaele Stravato, secondo una parziale ricostruzione fatta dai media locali, si sarebbe accorto di essere pedinato e avrebbe percorso a piedi alcuni isolati della zona dove è stato raggiunto. E’ a quel punto che uno più killer sarebbero entrati in azione crivellandolo di proiettili sul ciglio della strada.

Appena freddata la vittima, l’autore sarebbe fuggito a piedi. Non è escluso che poi sia salito a bordo di un’auto con un complice che lo attendeva.

La vittima, originaria di Scampia, pare sia stata raggiunta da almeno cinque colpi di pistola di cui uno alla testa. Inutili i soccorsi. La morte è sopraggiunta sul colpo.

La Polizia sta ricostruendo la dinamica ed eventuali contatti con clan camorristici. Da quanto scrive il Mattino, Stravato sarebbe risultato vicino al Clan Lo Russo per conoscenze e frequentazioni, “ma non lo si può definire un affiliato”.

Indagini a tutto campo sono state avviate per risalire agli autori e accertare il movente dell’ennesimo omicidio a Napoli.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Australia choc, ragazza sana viene deportata in un campo di internamento Covid

Potremmo titolare questa testimonianza scioccante "C'era una volta l'Australia". Un paese meraviglioso trasformato nel Terzo Reich. Le strategie totalitarie del governo australiano per costringere la gente a vaccinarsi e portare avanti l'agenda criminale dell'èlite globalista di Davos. Seminano il terrore deportando i cittadini sanissimi in veri e propri campi di concentramento. E questo accade a migliaia di persone nel silenzio generale

Sindacato infermieri: quasi 4mila contagi tra sanitari vaccinati negli ultimi 30 giorni

I nuovi casi nell'ultimo mese sono stati 3.929, mentre 107 infermieri si infettano ogni 24 ore. Lo afferma Antonio De Palma, presidente del Nursing Up, il sindacato nazionale degli infermieri

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER