4 Dicembre 2021

Cesena, ammazza l'ex moglie davanti ai tre bimbi. Arrestato

Stessa categoria

L'ingresso dello stabile in via Milani a Cesena dove è avvenuto l'omicidio di Nadia Salami
L’ingresso dello stabile in via Milani a Cesena dove è avvenuto l’omicidio di Nadia Salami

Tragedia familiare a Cesena. Un cittadino marocchino di 35 anni, Rachid Rahali, ha ucciso a coltellate la moglie Nadia Salami dalla quale era separato. Il dramma, avvenuto davanti ai tre figli, si è consumato in via Milani 35, nello stabile ex Roverella in pieno centro città.

L’uomo si recava abitualmente a visitare i figli ma il rapporto con la moglie era burrascoso. Ieri l’ennesimo litigio e le coltellate mortali. E’ stato lui stesso a chiamare il 118 e a farsi arrestare dai Carabinieri di Cesena. Quando sono giunti i militari dell’Arma, si è fatto ammanettare senza opporre resistenza.

Rachid Rahali e Nadia Salami quando si incontravano, litigavano spesso come hanno testimoniato alcuni vicini. Ieri sera prima delle 23, l’ennesimo litigio poi l’uomo ha sferrato diverse coltellate alla moglie che è spirata prima che potessero arrivare i sanitari del 118.

Quando sono arrivati i Carabinieri la donna era in una pozza di sangue. L’uxoricida, era sporco di sangue e confuso. Poi tra le lacrime e si è fatto portare via sotto lo sguardo smarrito dei tre figlioletti (di 3, 4 e 5 anni), terrorizzati dalla violenza inaudita perpetrata dal loro papà contro, la loro mamma Nadia Salami.

Da quanto si apprende, sembra che l’uomo non avrebbe accettato la fine del loro rapporto. Un matrimonio, si racconta, nato male e finito nel peggiore dei modi con grandi dissidi per l’affido dei figli. Figli che non avranno più una madre e con ogni probabilità saranno affidati ad un istituto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Australia choc, ragazza sana viene deportata in un campo di internamento Covid

Potremmo titolare questa testimonianza scioccante "C'era una volta l'Australia". Un paese meraviglioso trasformato nel Terzo Reich. Le strategie totalitarie del governo australiano per costringere la gente a vaccinarsi e portare avanti l'agenda criminale dell'èlite globalista di Davos. Seminano il terrore deportando i cittadini sanissimi in veri e propri campi di concentramento. E questo accade a migliaia di persone nel silenzio generale

Sindacato infermieri: quasi 4mila contagi tra sanitari vaccinati negli ultimi 30 giorni

I nuovi casi nell'ultimo mese sono stati 3.929, mentre 107 infermieri si infettano ogni 24 ore. Lo afferma Antonio De Palma, presidente del Nursing Up, il sindacato nazionale degli infermieri

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER