18 Gennaio 2022

Duplice omicidio a Roma, uccisi due giovani. Forse movente passionale

Stessa categoria

L'incrocio presso cui è avvenuto il duplice omicidio a Roma di Mirko Scarozza e Fabio Ventre
L’incrocio presso cui è avvenuto il duplice omicidio a Roma di Mirko Scarozza e Fabio Ventre

Duplice omicidio a Roma. Due giovani romani sono stati uccisi ieri sera a colpi di pistola nella capitale, nel quartiere periferico di Ponte di Nona. Un agguato in piena regola. I due sono stati feriti alla testa e al fianco e sono deceduti poco dopo in ospedale.

Si tratta di Mirko Scarozza e Fabio Ventre di 35 e 26 anni, entrambi di Tor Bella Monaca e già noti alle forze dell’Ordine. L’agguato è avvenuto nei pressi dell’incrocio tra via Raul Follereau e via Berta Von Suttner, a Ponte di Nona, in una zona isolata alla periferia della capitale.

Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione Settecamini, oltre alla Scientifica che ha effettuato i rilievi. Si attende l’esito dell’esame autoptico che dovrebbe essere fatto domani.

Il 35enne era agli arresti domiciliari. Le vittime, secondo quanto risulta agli investigatori, sarebbero stati vicini ad ambienti dello spaccio di droga e avevano precedenti penali. Il duplice omicidio a Roma potrebbe essere avvenuto nel contesto criminale in cui le due vittime avevano maturato una certa “esperienza”.

Non è quindi escluso possa trattarsi di un regolamento di conti per presunte partite di stupefacenti non pagate, come non è da escludere la pista passionale, che nelle ultime ore sta assumendo corpo. Oppure entrambe. Sembra quasi acclarato che i delitti siano maturati in ambienti del crimine, dove uno sguardo di troppo su una donna può suscitare reazioni imprevedibili.

Nella notte sono state eseguite perquisizioni in “ambienti” della zona. I carabinieri del Nucleo investigativo del Gruppo di Frascati e della Compagnia di Tivoli cercano testimoni che possano rivelare elementi utili alle indagini. Si indaga a tutto campo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER