15 Agosto 2022

Ancora nubifragi in Campania. Salernitano e Sannio più colpiti

Stessa categoria

alluvione nel sannioUn violento nubifragio sta interessando Salerno e zone limitrofe dalle prime ore della mattina. I vigili del fuoco del comando provinciale stanno intervenendo per soccorrere automobilisti rimaste in panne su strade e sottopassi allagati nei quartieri Torrione e Pastena.

Smottamenti si registrano nelle zone collinari e nell’Agro Nocerino. Strade e scantinati invasi dall’acqua anche a Lancusi, Fisciano e Baronissi. Frane e smottamenti e valloni in pericolo. Nel Sannio dalle 5 di stamane un nuovo nubifragio si è abbattuto colpendo soprattutto la Valle Caudina, che non era stata interessata in maniera grave dalle alluvioni del 15 e del 19 ottobre scorsi.

Sono numerosi gli interventi in corso da parte dei vigili del fuoco del comando provinciale di Benevento che stanno lavorando per mettere in sicurezza alcuni corsi d’acqua che per l’ingrossamento dovuto alla forte pioggia stanno trascinando a valle detriti e fango dal monte Taburno.

Frane anche nella valle Telesina, dove la statale risulta interrotta nei pressi di San Pietro. Al momento, tuttavia, la situazione e’ sotto controllo, ma l’allerta arancione diramata dalla protezione civile regionale durerà fino alle 22 di oggi.

La Protezione Civile della Campania aveva emanato ieri un avviso di criticità “arancione” dalla mezzanotte tra mercoledì e giovedì e per le 24 ore successive. Le zone interessate sono Piana Campana, Napoli, Isole del golfo, Area vesuviana, Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini, Sannio, Alto Sele, Piana del Sele, Alto e Basso Cilento. Su Alto Volturno, Matese e Vallo di Diano, invece, l’avviso di criticità è di colore giallo (criticità moderata). Criticità moderata anche per il Sannio già colpito dai violenti nubifragi della scorsa settimana in cui vi sono stati alcuni morti e molti danni.

Allerta anche in Calabria dove il Centro funzionale multirischi dell’Arpacal ha diffuso un avviso di criticità per possibili precipitazioni intense valido dalle 8 di domani sino alle 16 di venerdì. La criticità è moderata, di livello 1 e colore arancione. Ciò vuol dire che “nelle aree a rischio di frana e/o inondazione, sono attese precipitazioni che potrebbero determinare fenomeni di dissesto localizzati o diffusi e di intensità da moderata a media che possono costituire pericolo per la incolumità delle persone”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Auto finisce in un canale, morti 4 giovanissimi

Tragedia alle porte di Treviso. Per cause in corso di accertamento il veicolo è sbandato finendo in un canale di scolo

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER