15 Agosto 2022

Grecia: violento terremoto a Lefkada. Morti. VIDEO

Stessa categoria

Terremoto a Lefkada Grecia 6.5 scala Richter. Morti e crolli. Paura in sud Italia
La mappa dove si è verificato il terremoto con epicentro Lefkada, Grecia. Morti. Paura In Puglia, Calabria e Sicilia

Almeno due persone sono rimaste vittime in seguito al violento terremoto di magnitudo 6.5 della scala Richter che ha colpito alle 8.10 di stamane l’isola greca di Lefkada, nello Ionio.

Le vittime, riferiscono i media greci, sono due donne: una di 60 anni è stata travolta da una frana che si è staccata da un monte sopra la sua casa situata nel villaggio di Ponti, presso Vassiliki. La seconda vittima è stata sepolta dal crollo di una stalla nel villaggio di Athani, presso Porto Katsiki, a sud ovest dell’isola. Vi sono anche decine di feriti  e decine di abitzioni danneggiate e qualche crollo.

Due i movimenti tellurici di rilievo registrati finora. Il primo, quello delle 8.10, di 6,5 gradi, i sismografi lo hanno tracciato a 14 chilometri da Nidri, a 10 chilometri di profondità.

La seconda scossa di magnitudo 5.3 alle 9.33. A seguire altre scosse di assestamento di minore intensità. Il vice governatore di Lefkada ha ordinato la chiusura di tutte le scuole. Il terremoto è durato molti secondi e ha generato panico tra le popolazioni colpite.

IL VIDEO IMPRESSIONANTE DEI PALAZZI CHE TREMANO

Il sisma per la sua violenza, che sembra non aver generato al momento tzunami, è stata avvertita anche nei centri abitati della costa ionica italiana e in Puglia, Calabria e Sicilia. Lo ha reso noto l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania.

Tra le località in cui è stato avvertito vi sono Brindisi, Lecce, Taranto, Francavilla, Bisceglie, Acireale, Catania, Catanzaro, Reggio Calabria, Siracusa, Augusta, Soverato, Crotone e Taranto. In alcuni centri del sud Italia colpiti dalle onde sismiche è stata disposta la chiusura delle scuole. Anche in queste aree la gente si è riversata nelle strade.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Auto finisce in un canale, morti 4 giovanissimi

Tragedia alle porte di Treviso. Per cause in corso di accertamento il veicolo è sbandato finendo in un canale di scolo

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER