Omicidio a Roma, pregiudicato ucciso a Giardinetti

Omicidio a Roma, ucciso a Giardinetti Salvatore D'Agostino
Il vicolo dove è stato rinvenuto il cadavere di Salvatore D’Agostino

Un uomo sui trent’anni, Salvatore D’Agostino, è stato ucciso oggi in un agguato nel quartiere Giardinetti, tra via Degli Orafi e via Alenda, al Casilino a Roma.

Gli agenti della Polizia di Stato del reparto volanti sono intervenuti sul posto poco prima di mezzogiorno dopo aver ricevuto la segnalazione di spari nella zona. I poliziotti hanno trovato il cadavere in strada in via Tofani, accanto ad una Golf Volkswagen, che sarebbe risultata di proprietà della vittima.

D’Agostino, romano, aveva precedenti per droga e possesso illegale di armi, quindi si ipotizza che si sia trattato di un regolamento di conti nel mondo della criminalità romana.

Da quanto ricostruito sembra che a sparare siano stati due killer a bordo di uno scooter, i quali avrebbero affiancato l’auto in via Alenda e hanno sparato contro il giovane.

Ferito, Salvatore D’Agostino sarebbe riuscito a scendere dal mezzo per raggiungere un luogo sicuro. Ma è stato inseguito è finito. Non ha avuto vie di scampo. Il suo corpo è stato trovato in via Tofani, una traversa senza uscita. Sarebbero almeno tre i proiettili che hanno colpito il giovane al braccio, al torace che e alla testa. Salvatore D’Agostino è morto prima dell’arrivo dei soccorsi. Indaga la Polizia.