Milano, retata anti 'ndrangheta: 9 arresti nella cosca Cristello. VIDEO

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Milano, retata anti 'ndrangheta: decapitata cosca Cristello. 9 arrestiUna vasta operazione anti ‘ndrangheta dei Carabinieri del Comando provinciale di Milano, ha portato all’arresto di nove persone e 22 decreti di perquisizioni domiciliari e personali. I provvedimenti sono stati emessi dal gip presso il tribunale di Milano, Stefania Donadeo su richiesta della locale Procura Distrettuale. L’operazione è stata denominata “Disco Italia”.

L’attività inquirente ha consentito di disarticolare “una agguerrita struttura criminale organizzata”, gravitante nell’ambito di una cosca di ‘ndrangheta della Brianza, con base nella province di Milano, Como e Monza e Brianza, presunta responsabile di traffico di sostanze stupefacenti, porto e detenzione di armi comuni da sparo, tentato omicidio e lesioni personali aggravate.

Al centro delle indagini, dei militari dell’Arma, la famiglia calabrese dei Cristello, originaria di Mileto (Vibo Valentia) ma da anni attiva in Brianza. Nove le ordinanze di custodia cautelare, mentre 14 persone sono indagate a piede libero.

VIDEO DEI CARABINIERI DI MILANO

A finire in manette Domenica “Mimma” Cristello, di 50 anni; suo marito Stefano Zibra di 58 e il figlio Stefano di 26 anni. Insieme a loro sono andati in carcere anche i nipoti di Rocco Cristello, i fratelli di 19 e 21 anni Emanuele e Simone Cristello, figli di Umberto che era stato arrestato a Mariano Comense (provincia di Como) il 12 settembre 2012 in uno dei filoni dell’inchiesta “Infinito”.

Tra i nove destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere (a otto dei quali viene contestata l’associazione per delinquere), c’è anche un cugino di Rocco Cristello, il 40enne Valeriano Siragusa che, sempre secondo quanto riferito dagli investigatori, sarebbe stato indicato dal collaboratore di giustizia Antonino Belnome, come il prossimo reggente della cosca a Seregno, e che in questa indagine viene indicato come a capo dell’associazione che ogni 15 giorni circa acquistava un chilo di cocaina da spacciare nella zona di Seregno e Desio.

Domenica “Mimma” Cristello è la sorella di Rocco Cristello, ucciso a colpi d’arma da fuoco la sera del 27 marzo del 2008 davanti la sua casa di Verano Brianza.

L’inchiesta, conclusa lo scorso mese di gennaio, era scattata a marzo 2014 dopo che era stata bersagliata con sette colpi di pistola l’auto di un socio della discoteca di Cesano Maderno (Monza) “Disco Italia” (da cui ha preso il nome l’operazione) che “di cui gli indagati volevano acquisisre il controllo e la gestione”.

Secondo quanto spiegato dagli inquirenti, la cosca voleva la supremazia territoriale in tutto il Milanese e l’area brianzola.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM