Frosinone, grave incidente sull'A1. Un morto e 15 feriti

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Frosinone, grave incidente sull'A1. Un morto e 15 feriti Ceprano Arnara
Le due auto coinvolte nello scontro sull’A1 a Frosinose (foto Mariozzi per corriere.it)

Un grave incidente si è verificato alle due di questa notte al km 632 sud dell’autostrada A1 nel territorio del Comune di Arnara (Frosinone) che ha visto coinvolti tre pullman, un mezzo pesante e due autovetture. Il bilancio è grave: un morto e una trentina di feriti di cui una quindicina sono state portate in ospedale, e il resto con ferite molto lievi.

L’incidente si è verificato sull’A1 Roma Napoli, tra i caselli di Frosinone e Ceprano, in direzione sud. Il conducente di una delle auto, un quarantunenne originario di Taranto, Puglia, è deceduto sul colpo, mentre una quindicina di feriti sono state trasportate presso gli ospedali di Frosinone, Alatri e Cassino. Un ferito è grave. La vittima viaggiava su una Fiat Dono; il ferito, originario di Varese, su di una Lancia Musa. Entrambe le auto sono andate distrutte per il violento impatto.

Sulla dinamica sono in corso gli accertamenti da parte della Polizia Stradale intervenuta sul posto insieme ai vigili del Fuoco e ai soccorritori a bordo di cinque ambulanze.

Secondo quanto ricostruito, le due auto, per cause ignote, si sono scontrate prima dell’arrivo di una colonna composta da tre pullman di turisti romeni diretti in pellegrinaggio a Bari, presso un santuario.

Uno dei tre pullman di pellegrini sarebbe rimasto lievemente coinvolto nel sinistro e, mentre gli occupanti del mezzo scendevano per prestare soccorso alle vittime incastrate tra le lamiere, è sopraggiunto un autoarticolato che ha centrato il pullman. La tratta autostradale interessata è rimasta chiusa dalle tre alle sette di domenica.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM