Garlasco, picchia la moglie e tenta di dar fuoco al bombolone Gpl

Garlasco, picchia la moglie e tenta di fare esplodere bombolone Gpl - Alagna Lomellina , Vigevano, PaviaI Carabinieri di Vigevano e Garlasco hanno arrestato ad Alagna Lomellina (Pavia), un uomo sorpreso nell’intento di fare esplodere un bombolone di Gpl dopo aver prima picchiato la moglie e poi tentato di dare alle fiamme le loro autovetture.

B.G.A., queste le iniziali dell’uomo, un operaio nato a Gela (Caltanissetta) 49 anni fa e residente ad Alagna Lomellina, a poca distanza da Garlasco, insieme alla convivente. Al culmine di una violenta lite a casa, la donna, una 46enne, ha chiamato il 112 raccontando l’aggressione subìta dell’uomo.

Intervenuti presso la sua abitazione, i militari accertavano che, poco prima, per motivi verosimilmente riconducibili alla separazione richiesta dalla moglie ed accentuati dall’ira del marito derivata anche dallo stato di ebrezza alcolica, B.G.A., dopo aver insultato la donna e dopo averla percossa con alcuni schiaffi al volto, ha cosparso di benzina l’autovettura Hyundai Getz di quest’ultima, il suo furgone Iveco Daily ed una bombola Gpl posta all’interno del cortile dell’abitazione in parola, nell’evidente intento di incendiarli.

Solo il tempestivo intervento dei Carabinieri ha evitato una potenziale strage. I militari, che erano già in fase di perlustrazione in zona, hanno sorpreso l’uomo ancora in fase di colluttazione con il proprio figlio 21enne, con lui residente che cercava di impedirgli di utilizzare una sigaretta accesa come innesco e di allontanarlo dal luogo. La donna, a seguito delle lesioni riportate, è stata visitata presso nosocomio di Vigevano e successivamente dimessa con una prognosi di 5 giorni.

L’arrestato, espletate le formalità procedurali, è stato associato presso la Casa Circondariale di Pavia. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia o verso i fanciulli, tentato incendio e lesioni personali aggravate.