Pratella (Caserta), caccia il padre malato di casa. Arrestato 41enne

Pratella (Caserta), caccia il padre malato di casa. Arrestato 41ennePRATELLA (CASERTA) – Un uomo di 41 anni, Lorenzo Delle Cave, è stato arrestato a Pratella per maltrattamenti in famiglia continuati e violenza privata. L’uomo avrebbe cacciato fuori di casa il padre malato lasciandolo all’addiaccio.

E’ il triste epilogo dell’ennesima vicenda di violenza consumata tra le mura domestiche. Questa volta a farne le spese è un padre, vedovo da molti anni, “costretto” a vivere nella sua abitazione in comunione con il figlio.

La vittima, un signore di 67 anni, affetto da una grave malattia, per lunghi mesi avrebbe subìto presunte minacce e angherie del figlio convivente. Nella casa, secondo quanto accertato dai militari, vi era anche il nucleo familiare del 41enne.

La vittima sarebbe stato privato dei beni di prima necessità oltre che di quell’affetto che in un contesto familiare dovrebbe risultare naturale. Lo stato delle cose è pero peggiorato ancora giovedi 17 dicembre, quando il figlio ha deciso di non voler più la presenza del padre in quella casa e, dopo avergli fatto la valigia, lo ha messo alla porta senza che questi avesse altra possibilità alloggiativa, lasciandolo in sostanza all’addiaccio con rischi altissimi per il suo già precario stato di salute.

I militi della Stazione di Prata Sannita, immediatamente allertati dai vicini di casa, sono intervenuti ed hanno dapprima condotto l’anziana persona in Caserma e subito dopo convocato il figlio per mediare una riconciliazione o, quanto meno, per trovare una soluzione idonea ad entrambi.

La posizione intransigente e violenta del figlio, Lorenzo Delle Cave, deciso più che mai ad allontanare il genitore dall’abitazione di proprietà di entrambi, ha indotto i militari ad arrestarlo per i reati di maltrattamenti in famiglia continuati nonché per violenza privata.

Il 41enne è stato condotto in stato di detenzione domiciliare presso l’abitazione in attesa del rito direttissimo che si terrà presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Per l’anziano genitore è intervenuta l’amministrazione comunale che lo ha ospitato presso un locale Bed & Breakfast in attesa di poter trovare una giusta soluzione.