Milano, arrestato rapinatore seriale di 17 anni

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Milano, arrestato rapinatore seriale di 17 anniMILANO – I Carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un minorenne pregiudicato, M.M., del 1998, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni del capoluogo.

Il 17enne è ritenuto responsabile di quattro rapine, avvenute nei comuni di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, nel Milanese, tutte nel mese di Settembre 2015. Gli episodi delittuosi, perpetrati in rapida successione ai danni di farmacie e supermercati, con una pistola giocattolo, senza tappo rosso, avevano destato particolare allarme tra i cittadini del luogo.

Il minore aveva utilizzato per le fughe dopo i “colpi” uno scooter Yamaha “Tmax” di colore nero, con targa non leggibile, in quanto munita di un sistema che la faceva piegare verso l’alto.

I militari dell’Arma – che insieme al Comando provinciale di Milano sono impegnati in un serrato controllo del territorio – sono arrivati a identificare il giovane grazie a un’indagine tradizionale, scaturita dai filmati delle videocamere di sorveglianza e sviluppata con osservazione a distanza e pedinamenti.

L’attento monitoraggio del giovanissimo malvivente si è concluso con l’arresto in flagranza, il 24 settembre. In quell’occasione, i Carabinieri hanno sventato un colpo, programmato presso la farmacia comunale di Via Veneto a Bresso (Milano), e arrestato anche un complice maggiorenne, raggiunto dai carabinieri, dopo un breve inseguimento a piedi.

Il minorenne, a carico del quale, nonostante l’età, figurano già diversi precedenti per reati contro il patrimonio, passerà le festività in cella, ristretto nel carcere Beccaria.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM