Giallo a Mestre, uccisa un'ex dipendente di un Casinò

Giallo a Mestre, uccisa l'81enne Francesca Vianello
La palazzina dov’è stata trovata uccisa Francesca Vianello a Mestre (Street view)

Il cadavere di una anziana donna, Francesca Vianello, 81 anni, è stato ritrovato martedì a Mestre, all’interno del suo appartamento di Corso del Popolo, 167. Si tratta di omicidio. Attorno al collo dell’anziana, stesa a terra, la squadra mobile di Venezia ha trovato un cordino. Ad un primo esame medico legale, la morte sarebbe avvenuta infatti per soffocamento.

L’anziana donna, ex dipendente di un Casinò, abitava al sesto piano di una palazzina. Da quanto emerso finora pare che sulla porta non vi siano segni di effrazione. Segno che la donna poteva conoscere il killer oppure che sia stata seguita fin nell’appartamento, immediatamente imbavagliata per evitare urla, per poi ucciderla e forse asportare via qualcosa. Ancora non è chiaro se si tratti di una rapina.

Gli inquirenti, dai primi rilievi, escluderebbero questa ipotesi.  Il questore di Venezia, Angelo Sanna, in una dichiarazione citata da Il Gazzettino, ha affermato che “si tratta di un episodio non legato a un fatto di criminalità. Siamo solo a 24 ore di distanza ma gli elementi che abbiamo in mano ci portano ad escludere l’aggressione a scopo di rapina”.

La Squadra Mobile – scrive ancora il giornale veneziano – starebbe seguendo la pista domestica: ovvero l’assassino è da ricercare all’interno della cerchia delle conoscenze dell’anziana. Interrogatori sono in corso per ricostruire gli ultimi giorni di vita di Francesca Vianello.