3 Marzo 2024

Milano, sgominata gang di bulli adolescenti a Bollate

Correlati

Milano, sgominata gang di bulli adolescenti a BollateBOLLATE (MILANO) – Dopo il grave fenomeno di bullismo a Pordenone, che ha portato una adolescente di 12 anni a gettarsi dalla finestra di casa, c’è fermento tra le istituzioni italiane per portare la legalità nelle scuole.

Tuttavia, il bullismo è pericoloso anche fuori dalle mura scolastiche, soprattutto se si forma il cosiddetto “branco” che rende più “forti” e sicuri i singoli.

E’ di stamane la notizia positiva, che i carabinieri hanno disarticolato una gang di giovanissimi che terrorizzavano coetanei in un parco di Bollate, in provincia di Milano.

I giovani, agivano in gruppo, fermando e deridendo giovani studenti adolescenti cui sottraevano, con violenza, le biciclette ed i telefonini. Alcune volte le vittime sono dovute ricorrere alle cure dei sanitari per le percosse ricevute.

Il parco di Bollate, intitolato ad una “icona” della non violenza si era trasformato in un luogo pericoloso e pieno d’insidie, per gli adolescenti del luogo ma, grazie alle indagini dei Carabinieri, il parco è tornata ad essere meta di svago sereno e di divertimento.

I militari dopo avere raccolto alcune denunce da parte di genitori preoccupati, si sono messi all’opera ed in breve tempo hanno risolto la questione, individuando un gruppo di sedicenni che, in virtù della loro giovane età, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Milano per concorso in rapina, violenza privata, lesioni, percosse e minacce.

Gli episodi accertati sono sei e si sono verificati tra il mese di novembre e dicembre dello scorso anno. L’aggressione si svolgeva sempre con il solito “modus operandi”: la vittima sia che fosse sola che in compagnia, veniva accerchiata, canzonata e poi picchiata. In alcuni casi è stato esibito anche un coltello a serramanico per aggravare la minaccia ed inasprire l’intimidazione.

Dopo l’intervento dei Carabinieri, che hanno convocato in caserma sia i genitori che i “bulli”, le aggressioni sono terminate ed il parco è ritornato ad essere il luogo tranquillo a disposizione di famiglie, giovani e anziani. Senza più bulli.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Dossieraggi su politici e vip, quasi mille gli accessi abusivi

Sono circa 800 gli accessi abusivi che, secondo la procura di Perugia, il finanziere Pasquale Striano in servizio alla...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)