Milano, arresti e denunce nel quartiere San Siro

Milano, arresti e denunce nel quartiere San Siro
Case popolari a San Siro, Milano

MILANO – San Siro, è periferia milanese “pericolosa”, tant’è che da tempo il quartiere è “sorvegliato speciale” da parte delle forze dell’Ordine che cercano di ripristinare la legalità. Tutti i giorni le persone perbene che vi abitano, che poi sono la stragrande maggioranza, lamentano il continuo scorazzare di bande e singoli soggetti che delinquono.

Nel pomeriggio di martedì i carabinieri di Milano hanno arrestato 4 malviventi e deferito in stato di libertà altre 6 persone. Sono stati assicurati alla giustizia tre pregiudicati stranieri, rispettivamente uno spacciatore marocchino dell’84, un cittadino albanese del ’91, evaso dagli arresti domiciliari, e un ladro d’auto egiziano del ’93, nonché  una ricettatrice italiana del ’75, ricercata per una pena di oltre due anni da scontare in carcere.

Allo stesso modo, sono incappati nei controlli e quindi segnalati all’Autorità giudiziaria di Milano in stato di libertà tre ladri, autori di furti in altrettanti esercizi, un 41enne marocchino ed un 31enne italiano, trovati in possesso di hashish e marijuana, e un 49enne egiziano, sorpreso alla guida senza patente.

L’operazione è stata condotta dai carabinieri del comando provinciale di Milano, col supporto degli uomini della compagnia d’intervento operativo del 3° reggimento carabinieri “Lombardia”, di due unità del nucleo cinofili di Casatenovo (Lecco) e dell’elicottero del 2° Elinucleo di Orio al Serio (Bergamo), nell’ambito di un controllo straordinario nel Quartiere San Siro che rientra nel quadro di una più ampia attività di prevenzione svolte dall’Arma.