Brescia, decapita la moglie e si suicida schiantandosi contro tir

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Brescia, decapita la moglie e si suicida contro un tir sull'A4Dramma a Brescia dove un uomo al culmine di una lite familiare ha ucciso a coltellate la moglie di 56 anni, Marinella Pellegrini e poi si è volutamente suicidato in autostrada dove si è schiantato in contromano con un tir.

Paolo Piraccini, di 56 anni, ieri sera verso le 22.30, ha chiamato i carabinieri dicendo di aver ucciso la moglie nell’abitazione della coppia. Poi è fuggito in auto imboccando contromano l’autostrada A/4 e finendo contro un mezzo pesante. L’uomo è morto sul colpo. Era il proprietario di una pizzeria in provincia di Brescia.

Scattato l’allarme, Marinella Pellegrini è stata trovata in cucina sgozzata e quasi decapitata. Dopo l’omicidio, il marito Paolo Piraccini ha chiamare il cognato per dirgli: “Ho ucciso Marinella e adesso vado ad ammazzarmi”. Così poco dopo ha fatto. L’uomo ha imboccato con la sua auto contro mano il casello autostradale di Ospitaletto (Brescia) ed è andato a schiantarsi contro un mezzo pesante.

La coppia avrebbe avuto una lite furibonda ieri sera che l’uomo ha tragicamente concluso impugnando il coltello e uccidendo la moglie. La coppia non aveva figli e abitava in un lussuoso appartamento a Brescia 2, quartiere cittadino. I vicini di casa descrivono i due come “una coppia tranquilla e molto discreta”. La donna lavorava come impiegata, mentre l’uomo era il titolare di una pizzeria da asporto in provincia e secondo alcuni parenti ultimamente stava affrontando un periodo di depressione legata ad alcuni problemi di salute.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM