Firenze, amico spara a coetaneo. In fin di vita Francesco Collini

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Firenze, amico spara a coetaneo. In fin di vita Francesco ColliniDramma nel circolo ricreativo “Il Racchio” di San Piero a Ponti, nel Fiorentino, dove ieri sera, prima di mezzanotte un giovane di 23 anni, Francesco Collini, è stato raggiunto da un ragazzo che gli ha scaricato cinque colpi di pistola alla testa e alle spalle. Il killer è stato oggi arrestato dai carabinieri perché sospettato (al momento) del solo tentato omicidio.

La vittima, fiorentino, è stato trasportato in gravissime condizioni all’ospedale di Careggi dove lotta tra la vita e la morte. In ospedale i medici hanno tentato un disperato tentativo di estrarre i proiettili dal cranio. Un interevnto delicatissimo. Francesco Collini è in fin di vita.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Secondo prime informazioni raccolte dall’Arma, i due si conoscevano ed erano stati amici in passato, ma i rapporti si erano interrotti a causa di dissidi su cui gli investigatori stanno raccogliendo elementi. Sconosciuti al momento i motivi del gesto, ma non si esclusono vecchi rancori sfociati nella follia omicida del coetaneo.

Dopo l’incursione al circolo, lo sparatore è riuscito a fuggire. Subito riconosciuto anche attraverso testimonianze, il giovane si era rifugiato a casa dei genitori, con i quali vive a Campi Bisenzio (Firenze), e qui i militari lo hanno rintracciato e ammanettato. Recuperata anche la pistola con cui ha sparato.

L’aggressore avrebbe sparato cinque colpi, tre dei quali hanno raggiunto Francesco Collini alla testa e alla schiena. Accasciato a terra, sono stati poi gli avventori del circolo a chiamare soccorsi e 112.

L’episodio è avvenuto alle 23.45 circa di venerdì sera all’interno del circolo di San Piero a Ponti, nel comune di Campi Bisenzio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Signa e del reparto operativo di Firenze.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM