5 Ottobre 2022

Caserta, prostituzione e droga: arrestati 4 albanesi

Correlati

Caserta, prostituzione e droga: arrestati 4 albanesiSANTA MARIA CAPUA VETERE (CASERTA) – E’ di 4 albanesi arrestati il bilancio di operazione anti prostituzione e droga condotta dai carabinieri di Aversa e coordinata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere.

Le attività di polizia giudiziaria, concluse la scorsa settimana, si sono svolte nelle province di Casetta, Modena e Bari, ad opera dei militari della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa, i quali hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di quattro cittadini albanesi, gravemente indiziati, a vario titolo, in concorso fra di loro, di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, nonché di detenzione e cessione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento, spiega la procura, è stato emesso all’esito di una complessa attività di indagine, condotta da aprile 2013 a giugno 2014, dai Carabinieri del reparto territoriale di Aversa, coordinati dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, articolatasi con metodologie tradizionali ed attività tecniche, che ha permesso di raccogliere un solido quadro indiziario a carico degli indagati, consentendo di accertare le condotte di sfruttamento e favoreggiamento dell’attività di prostituzione di cinque donne provenienti dall’Est Europa e consentendo altresì il sequestro di circa diciannove chili di sostanza stupefacente.

È stata data, dunque, esecuzione all’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere nei confronti di Gazmir Difaj, nato in Albania il 1975; Altin Koleci, nato in Albania il 1977; Bledjan Curri, nato in Albania il 1986.

La procura di Santa Maria Capua Vetere, nella persona del procuratore aggiunto Antonio D’Amato, ha disposto la misura cautelare della custodia agli arresti domiciliari nei confronti di Arnis Difaj, nato in Albania il 1994.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Elezioni in Brasile, è ballottaggio tra Lula e Bolsonaro. Jair: “Contro tutto e tutti, vinceremo”

Il candidato progressista si è fermato al 48,43% nonostante i sondaggisti lo davano vittorioso al primo turno. Il presidente uscente ha ottenuto il 43,2 percento, ma ha sbancato il congresso ottenendo almeno 99 seggi. Doppio turno il 30 ottobre.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER