23 Febbraio 2024

Delitto Claudio Silvestri a Jerago con Orago, confessa l’omicida ivoriano

Correlati

Delitto Claudio Silvestri a Jerago con Orago, confessa l'omicida ivoriano
Da sinistra Emmanuel Djakoure e la vittima Claudio Silvestri

JERAGO CON ORAGO (VARESE) – E’ stato fermato il presunto killer di Claudio Silvestri, il 40enne è ucciso nella sua villetta di Jerago con Orago, soffocato e strangolato con un lenzuolo. Si tratta di Emmanuel Djakoure, un ventiduenne di origine ivoriana, in Lombardia senza fissa dimora ma regolare.

Djakoure, che ha precedenti per rapina, è stato rintracciato e, interrogato la scorsa notte dai carabinieri e dal Pm Nadia Calcaterra, ha confessato l’omicidio di Claudio Silvestri. Il giovane, da quanto trapela, sarebbe stato invitato a casa dalla vittima per un incontro occasionale, dopo un approccio presso la stazione dei treni di Gallarate.

L’uomo pare frequentasse abitualmente una zona vicina, nota per gli incontri occasionali tra uomini, soprattutto stranieri, e in una occasione sarebbe anche stato rapinato. A incastrare l’ivoriano è stata un’impronta digitale trovata su un vaso in casa di Silvestri. Quando il giovane è stato fermato aveva con sé l’orologio della vittima, il suo cellulare, monili vari rubati da casa sua e quattrocentotrenta euro in contanti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

Sequestrati beni per 2,5 milioni a imputati processo antimafia

Beni per un valore di oltre 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)