8 Dicembre 2021

Roma, tentò di uccidere il compagno poliziotto. Arrestata 43enne

Stessa categoria

Roma, tentò di uccidere il compagno poliziotto. Arrestata 43enne
(Archivio)

Aveva inizialmente dichiarato agli investigatori che le era “partito” accidentalmente un colpo di pistola. 43 anni, la donna aveva così gravemente ferito il compagno poliziotto lo scorso 27 maggio, in un maneggio.

Venerdì, gli agenti della sezione omicidi della squadra mobile di Roma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti, per il tentato omicidio del compagno, un sovrintendente capo della Polizia di Stato, in servizio presso il reparto mobile di Roma.

Quel pomeriggio di maggio, la vittima fu trasportata presso l’ospedale Vannini per una ferita da colpo d’arma da fuoco al torace mentre, come da entrambi asserito, stava cercando di porre in sicurezza una pistola regolarmente detenuta dalla donna – A.R – poiché inceppata.

Dalle attività di indagine espletate, riferisce la Questura, è emerso che in quella stessa giornata i due ebbero un’accesa discussione presso il maneggio della donna, dovuta ad un suo forte risentimento nei confronti del compagno per ragioni sentimentali, durante la quale sono stati esplosi 2 colpi d’arma da fuoco a distanza di alcuni minuti l’uno dall’altro, escludendo così con ragionevole certezza l’accidentalità del fatto.

Inoltre, hanno appurato gli investigatori, l’arma al momento del sequestro non apparve inceppata, bensì bloccata tramite l’inserimento della sicura manuale, che in quel tipo di arma non abbatte il cane e blocca sia il carrello che il grilletto, funzione questa finalizzata proprio alla simulazione dell’inceppamento della pistola.

Il giorno del ferimento, poiché non convinti dalla ricostruzione dei fatti, gli investigatori della Squadra Mobile, unitamente a personale del Reparto Mobile di Roma, hanno perquisito l’Ufficio e i luoghi di presenza del poliziotto ferito, trovando nella sua disponibilità una pistola con matricola abrasa, alcune “penne pistola” e munizionamento vario, motivo per il quale fu arrestato nell’immediatezza dei fatti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Pazienti Covid uccisi da farmaci letali. Alla sbarra ex primario. L’infermiere: “Mi rifiutai di uccidere”

Il medico arrestato a gennaio a Montichiari avrebbe ucciso deliberatamente tre pazienti e - secondo i racconti al processo di un infermiere - gli avrebbe ordinato di procedere con gli altri pazienti ma lui si è rifiutato. In uno scambio di messaggi: "Ma anche a te Mosca ha chiesto di fare Succinicolina e Propofol a chi sta morendo?". "Lo sta chiedendo anche ad altri per liberare posti letto"

Dai pm di Bergamo trapela l’ipotesi di ‘omicidio colposo’ contro Speranza e CTS

Storie di omissioni e trasparenza zero nella Bergamasca ad inizio della cosiddetta pandemia. Il mistero del report sparito e il ruolo dei supertecnici al ministero della Sanità. Pare sia indagato anche l'ex capo di gabinetto del ministro, misteriosamente dimessosi nei giorni scorsi. Dopo due anni di inchiesta sembra che l'epilogo sia vicino. Intanto gli italiani aspettano con fiducia

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER