Mosca, ucciso l’anti Maidan Evgenij Zhilin. Era leader di Oplot


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Mosca, ucciso l'anti Maidan Evgenij Zhilin. Era leader di Oplot
Evgenij Zhilin, l’attivista filorusso ucciso
L’attivista filorusso anti Maidan, Evgenij Zhilin, è stato ucciso a colpi di mitra nel ristorante “Veterok” nella cittadina di Gorki-2, alla periferia di Mosca. Nell’agguato è rimasto ferito l’accompagnatore che era con lui, Andrei Kozyrev.

Zhilin, originario della città ucraina di Charkiv, era a capo dell’organizzazione Oplot, il movimento anti Maidan sorto nel 2010. L’uomo era ricercato in Ucraina per gli attacchi contro alcuni attivisti dell’opposizione a Mosca. Lui era fuggito per sottrarsi alla cattura.

L’organizzazione Oplot è stata fondata a Charkiv nel 2010, nei giorni degli eventi di Maidan, l’organizzazione e il suo leader si opposero con forza contro i manifestanti, invitando l’allora presidente Viktor Yanukovich di attivarsi per fermare le proteste. Dopo la caduta di Yanukovich, l’organizzazione Oplot si traferì a Donetsk per combattere contro i militari di Kiev.

Fonti delle agenzie di sicurezza legherebbero l’omicidio a questioni finanziarie personali, ma altre fonti rivelano che potrebbe esserci la mano dei servizi ucraini dietro l’omicidio a Gorki-2. I killer di Evgenij Zhilin, ancora ignoti, subito dopo l’agguato si sono dileguati a bordo di un’auto.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb