4 Dicembre 2021

Tir travolge auto a Torino. 2 morti. Autista scappa. VIDEO

Stessa categoria

Tir travolge auto a Rondissone Torino. Due morti. Autista scappa ma viene preso
(Archivio)

Era ubriaco il camionista del Tir piombato su un’auto ferma al casello di Rondissone (Torino) della A4 Torino-Milano per prendere il biglietto del pedaggio.

L’autista, uno slovacco di 63 anni, era fuggito ma è stato rintracciato e arrestato dopo una fuga di 40 chilometri.

L’uomo è in carcere e dovrà rispondere di omicidio stradale plurimo commesso in stato di ebbrezza e omissione di soccorso. La norma sull’omicidio stradale, in questo caso, prevede il massimo della pena, e cioè 18 anni di prigione.

Feriti i tre figli della coppia, che ora sono rimasti orfani dei genitori. La loro figlia di pochi mesi e i due fratellini di 3 e 5 anni, che sono sotto osservazione nel reparto di chirurgia: nello schianto hanno riportato vari traumi ma non sono in pericolo di vita.
[Aggiornato il 24 settembre 2016]

IL VIDEO DELL’INVESTIMENTO DEL TIR


Tragedia in autostrada in Piemonte. Un Tir ha trovolto un’auto ferma al casello di Rondissone (Torino) della A4 Torino-Milano per prendere il biglietto del pedaggio. Sulla vettura c’era un’intera famiglia di origini marocchine. I genitori sono morti sul colpo, feriti i tre figli, due bambini e un neonato, trasportati dal 118 al Regina Margherita di Torino. Le vittime sono Mostafà El Chouifi, 39 anni e Nora Rharif, di 30 anni, appunto il papà e mamma dei bambini.

Ferito, in modo non grave, il conducente di una seconda auto travolta dal Tir. L’autista del mezzo pesante, dopo l’impatto è scappato in direzione di Milano senza prestare soccorso. Il camion è stato fermato dalla polizia stradale dopo 40 chilometri. L’autista, uno slovacco, è apparso in stato confusionale quando è stato bloccato dagli agenti.

Secondo la ricostruzione della polizia stradale, prima di travolgere l’auto con la famiglia a bordo, il tir aveva già provocato un incidente alla periferia di Torino. E ha provocato un incidente, il terzo, anche a Villarboit, dove è stato fermato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Australia choc, ragazza sana viene deportata in un campo di internamento Covid

Potremmo titolare questa testimonianza scioccante "C'era una volta l'Australia". Un paese meraviglioso trasformato nel Terzo Reich. Le strategie totalitarie del governo australiano per costringere la gente a vaccinarsi e portare avanti l'agenda criminale dell'èlite globalista di Davos. Seminano il terrore deportando i cittadini sanissimi in veri e propri campi di concentramento. E questo accade a migliaia di persone nel silenzio generale

Sindacato infermieri: quasi 4mila contagi tra sanitari vaccinati negli ultimi 30 giorni

I nuovi casi nell'ultimo mese sono stati 3.929, mentre 107 infermieri si infettano ogni 24 ore. Lo afferma Antonio De Palma, presidente del Nursing Up, il sindacato nazionale degli infermieri

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER