7 Dicembre 2021

Assalto a portavalori in Toscana, forse 5 milioni il bottino

Stessa categoria

Assalto a portavalori in Toscana, forse 5 milioni il bottinoUn commando composto da alcuni uomini armati di fucili ha assaltato stasera due furgoni portavalori. La rapina è avvenuta in Toscana, sulla autostrada A12, tra Rosignano e Collesalvetti, area a cavallo tra Pisa e Livorno.

I banditi hanno bloccato i due blindati in una galleria, in direzione nord. Le due auto inseguivano i furgoni, quando all’ingresso del tunnel hanno cominciato a fare fuoco affacciati dai finestrini.

Una volta bloccati, si sono diretti a colpo “sicuro” verso il portavalori che, secondo quanto trapela, aveva a bordo sacchetti di denaro per 5 milioni euro. La banda, armata e dotata di tutte le attrezzature, avrebbe prima immobilizzato i vigilantes, che in un primo momento avrebbero reagito, per poi aprire con la fiamma ossidrica un varco all’interno del furgone.

Non si sa se nei momenti concitati i banditi siano riusciti a portare via tutto il bottinoo in parte. Un’azione fulminea durata qualche manciata di minuti. Nessuno sarebbe rimasto ferito. I banditi sono poi scappati a bordo dei loro mezzi. Una banda professionista che ha studiato nei minimi dettagli il colpo.

Nella fuga, infatti, per bloccare o rallentare inseguimenti e ricerche delle forze dell’ordine, hanno gettato dei chiodi a quattro punte, per far si che chiunque passasse avrebbe forato le gomme.

L’autostrada, nel tratto interessato è stato chiuso al traffico. Sul posto sono giunti gli uomini della Polstrada e della Mobile livornese che stanno dando la caccia ai banditi. Istituiti diversi posti di blocco.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Pazienti Covid uccisi da farmaci letali. Alla sbarra ex primario. L’infermiere: “Mi rifiutai di uccidere”

Il medico arrestato a gennaio a Montichiari avrebbe ucciso deliberatamente tre pazienti e - secondo i racconti al processo di un infermiere - gli avrebbe ordinato di procedere con gli altri pazienti ma lui si è rifiutato. In uno scambio di messaggi: "Ma anche a te Mosca ha chiesto di fare Succinicolina e Propofol a chi sta morendo?". "Lo sta chiedendo anche ad altri per liberare posti letto"

Dai pm di Bergamo trapela l’ipotesi di ‘omicidio colposo’ contro Speranza e CTS

Storie di omissioni e trasparenza zero nella Bergamasca ad inizio della cosiddetta pandemia. Il mistero del report sparito e il ruolo dei supertecnici al ministero della Sanità. Pare sia indagato anche l'ex capo di gabinetto del ministro, misteriosamente dimessosi nei giorni scorsi. Dopo due anni di inchiesta sembra che l'epilogo sia vicino. Intanto gli italiani aspettano con fiducia

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER