21 Febbraio 2024

Omicidio Blasi a Bari, fermate tre persone. Ucciso per uno sgarro

Correlati

Omicidio Blasi a Bari, fermate tre persone. Tre persone sono state fermate ieri dalla Squadra Mobile di Bari nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Antonio Blasi, di 33 anni, ucciso con tre colpi di revolver il 17 settembre scorso in via Bruno Buozzi, nei pressi dell’ex stabilimento Stanic, alla periferia della città.

Si tratta di Giuseppe Ladisa, 41 anni, Nicola Ficarelli, 28 anni, e Alessio De Marco di 21 anni. Il primo è ritenuto il mandante, il secondo sarebbe l’esecutore materiale, mentre il terzo avrebbe procurato l’arma del delitto.

Il movente dell’omicidio sarebbe riconducibile a una presunto sgarro che Blasi avrebbe fatto a Giuseppe Ladisa, presunto affiliato al clan Strisciuglio, al termine di una lite tra lui e l’ex convivente.

Il delitto avvenne di sera, poco prima delle 19, mentre alcuni bambini giocavano in strada. Il fermo è stato disposto dalla Procura della Repubblica di Bari. La vittima aveva precedenti penali di poco conto per ricettazione.

Blasi venne raggiunto da tre proiettili all’addome, al torace e al braccio sinistro; dalla traiettoria dei colpi, si ritenne che chi aveva sparato avesse proprio intenzione di uccidere. Quando sul posto arrivarono pattuglie di polizia e personale del 118, per Blasi non c’era più nulla da fare.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

In casa custodisce due kg di droga, scoperto e arrestato

Un 39enne di Mesoraca (Crotone), è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. I militari della...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)