24 Febbraio 2024

Denunciò la ‘ndrangheta, “premiato” imprenditore torinese

Correlati

L'imprenditore Mauro Esposito
L’imprenditore Mauro Esposito

La Procura della Repubblica di Torino ha accolto l’istanza di Mauro Esposito, l’imprenditore che ha denunciato le infiltrazioni della ‘Ndrangheta nel Torinese diventando uno dei testimoni chiave nel processo San Michele, e ha sospeso per tre anni il pagamento degli adempimenti fiscali e previdenziali.

“La strada della legalità, a volte, è impervia, ma è l’unica. Non posso che esprimere la mia soddisfazione per questo provvedimento”, commenta su Facebook Stefano Esposito, senatore Pd componente della Commissione Antimafia che nei mesi scorsi si era interessato al caso dell’imprenditore.

Mauro Esposito è un imprenditore torinese, titolare della Me Studio Srl, che nel 2009 denunciò la ‘Ndrangheta. “Lo Stato, nelle figure dell’Agenzia delle entrate e di Inarcassa, non tutela il cittadino che denunciano la ‘ndrangheta – denuncia – ma lo sodomizzano. La procura, con un atto coraggioso, per la prima volta sospende questa estorsione dello Stato, proprio perché io sono stato vittima della ndrangheta”. (Ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

Sequestrati beni per 2,5 milioni a imputati processo antimafia

Beni per un valore di oltre 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)