3 Marzo 2024

Arsenale con 5 Kalashnikov e pistole in frigo. Un arresto nel Casertano

Correlati

L'arsenale trovato in casa di Francesco Manna, a destra
L’arsenale trovato in casa di Francesco Manna, a destra

I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Caserta, diretti dal tenente colonnello Nicola Mirante, nel corso di una vasta operazione volta alla ricerca di armi e munizioni illegalmente detenute, hanno proceduto a Trentola Ducenta (Caserta) all’arresto di Francesco Manna, 66enne del luogo, ma di origini napoletane, con alle spalle precedenti.

I militari dell’Arma, durante la perquisizione estesa all’abitazione ed alle pertinenze dell’arrestato hanno rinvenuto, all’interno di un frigorifero in disuso posto nel box garage della sua abitazione, 5 fucili mitragliatori AK 47, meglio noto come Kalashnikov, con calcioli pieghevoli, 3 pistole semiautomatiche con matricola abrasa e relativi serbatoi, custodite all’interno di una borsa da donna, 2 pistole di cui una scenica ed una ad aria compressa, munizionamento costituito da 1000 cartucce di vario calibro e sostanza stupefacente rispettivamente per 200 grammi di hashish e 20 grammi di marijuana. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Le armi saranno mandate al Ris per gli esami tecnico balistici del caso. Francesco Manna è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Video del blitz dei Carabinieri di Caserta a Trentola Ducento

E’ un ritrovamento di portata eccezionale quello fatto dai militari a Trentola Ducento. L’arsenale, ci spiega il comandante Mirante, era “in perfetto stato di conservazione con serbatoi carichi delle cartucce”. Pronti all’uso. “Questo è un primo importante step. Sono in corso indagini per accertare la provenienza delle armi e se siano già state utilizzate in azioni delittuose”.

Quello trovato a Trentola Ducento è un arsenale con un potenziale micidiale che poteva essere nelle disponibilità dei clan camorristici che dominano Casal di Principe, come i Casalesi, e altre organizzazioni mafiose del Casertano.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Genocidio dei palestinesi, Orsini: “Gaza e l’Olocausto”

di Alessandro Orsini su X "Gaza e l’Olocausto. Siccome nella scienza tutte le domande sono lecite, chiedo a voi: quale...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)