22 Gennaio 2022

Esplode una villetta a Firenze, estratti vivi padre figli. Morta la madre

Stessa categoria

La villetta crollata a Firenze
La villetta crollata a Firenze (Ansa)

Una villetta è crollata a seguito di una esplosione a Bagno a Ripoli (Firenze). Dalle macerie sono stati estratti vivi il padre e due figlie piccole dell’unica famiglia che l’abitava. La madre è stata trovata morta dopo ore di scavo nella notte tra le macerie.

L’ipotesi più accreditata è che a causare il crollo sia stata una fuga di gas. Gli abitanti di via Villamagna hanno raccontato di aver udito un forte boato. Quando sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, insieme a forze dell’ordine e soccorritori, hanno trovato la casa totalmente sbriciolata e inerti anche a trenta metri di distanza.

L’esplosione è avvenuta intorno alle 20.30. La villetta è in una zona collinare, non distante da altre abitazioni. L’uomo e le due figlie, 7 e 10 anni avrebbero riportato ustioni e una sospetta intossicazione. Il primo è stato trasportato all’ospedale di Careggi, mentre le due piccole dovrebbero entrambe andare al pediatrico Meyer.

La casa interessata dall’esplosione fa parte di una sorta di borgo colonico, in località Nutrice, in collina. Per le ricerche della donna viene impiegato anche un cane molecolare. Tra le macerie stanno operando alcune squadre dei vigili del fuoco con unità cinofile. Era stato anche richiesto l’intervento del team Usar medium, specializzata in ricerca e recupero di persone sotto macerie. Purtroppo la donna è stata trovata morta.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Avvocati contro il Green pass respinti con violenza dalla Polizia sotto la Cassazione

Gli agenti aggrediscono gli avvocati e spintonano la parlamentare Sara Cunial che supportava i legali. "Comportamento vergnognoso" La deputata: "Attacco fisico e verbale è atto gravissimo, siamo in dittatura"

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER