Pensionato sequestrato e massacrato di botte. Presi due giovani

Arrestati CaltagironeI Carabinieri della Compagnia di Caltagirone (Catania), unitamente ai colleghi della Stazione di Grammichele, a conclusione di un’incessante attività investigativa, d’intesa con la Procura della Repubblica calatina, hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto Gianpaolo Di Stefano, di 22 anni, e Agrippino Leandro Strano, (23), entrambi del luogo, per tentata rapina aggravata, sequestro di persona aggravato e lesioni personali aggravate in concorso.

Secondo quanto emerso, i due, lo scorso 4 dicembre, alle 5 di mattina circa, avrebbero bloccato un pensionato di 69 anni mentre si trovava in Piazza Dante costringendolo ad accompagnarli nella sua abitazione dove è stato ripetutamente picchiato al fine di farsi consegnare il denaro di cui credevano disponesse mettendo a soqquadro tutta la casa, senza poi portar via nulla e darsi alla fuga.

Dopo un’approfondita attività di sopralluogo a cura di personale della Scientifica le indagini si sono immediatamente concentrate sull’individuazione delle telecamere dei circuiti di videosorveglianza in grado di riprendere le fasi iniziali dell’efferato reato, per poi culminare nella perquisizione delle abitazioni dei sospettati, attraverso cui sono stati rintracciati gli elementi necessari ad avvalorare le loro presunta responsabilità in merito ai fatti contestati.

La vittima è stata trasportata all’ospedale Garibaldi di Catania dove è tutt’ora ricoverata nella divisione di rianimazione in prognosi riservata e le cui condizioni permangonogravi. I fermati sono stati associati nel carcere di Caltagirone a disposizione dell’autorità giudiziaria.