22 Gennaio 2022

Palazzo crollato a Roma: non si trovano madre e figlia di due anni

Stessa categoria

Il palazzo crollato Roma
Il palazzo crollato Roma (Ansa)

Ancora un palazzo crollato a Roma. Un edificio di due piani si è sbriciolato su se stesso nel pomeriggio in via Giacomo della Marca 39, in zona Acilia, alla periferia sud di Roma. Forse una fuga di gas.

Al momento sarebbero due le persone date per disperse: una donna è la sua bambina di 2 anni. Un uomo è stato estratto vivo dalle macerie.

Tra i feriti anche una donna di 68 anni che ha riportato traumi da schiacciamento ed è stata trasportata in codice rosso con l’eliambulanza al policlinico Gemelli, ed un uomo, trasferito all’ospedale Grassi di Ostia in codice giallo per ferite lacero contuse e traumi su tutto il corpo, più una terza persona.

Come era il palazzo di via Giacomo della Marca prima del crollo
Come era il palazzo di via Giacomo della Marca prima del crollo (Street view)

Si scava sotto le macerie. La madre con la figlioletta potrebbero essere rimaste intrappolate durante il crollo. Alla base della deflagrazione si ipotizza una fuga di gas.

Secondo le prime informazioni l’esplosione sarebbe avvenuta al piano terra della palazzina. Un boato fortissimo sentito a distanza e poi il crollo.

Il palazzo crollato a Roma
Il palazzo crollato a Roma (Ansa)

Sul posto sono presenti mezzi di soccorso e squadre dei vigili del fuoco, oltre al personale della protezione civile. Difficoltose le operazioni di soccorso per via degli spazi angusti.

“Stanno cercando ancora alcune persone”, dice il commissario del X Municipio, Domenico Vulpiani. Al momento sarebbero quattro le persone che vengono date per disperse. Oltre alla mamma con la sua bimba anche un uomo e una donna di 68 e 67 anni. Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione di Acilia e della compagnia di Ostia.

L’INGRESSO DEL PALAZZO

Sul palazzo crollato la procura di Roma ha avviato un’inchiesta. Il pm Mario Palazzi si è recato sul posto per un sopralluogo e procede per disastro colposo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Avvocati contro il Green pass respinti con violenza dalla Polizia sotto la Cassazione

Gli agenti aggrediscono gli avvocati e spintonano la parlamentare Sara Cunial che supportava i legali. "Comportamento vergnognoso" La deputata: "Attacco fisico e verbale è atto gravissimo, siamo in dittatura"

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER