19 Maggio 2022

Aggressione di un medico a Catania, preso il branco

Stessa categoria

Aggressione di un medico a Catania, preso il branco
Un frame del video che ritrae il branco entrare in ospedale a Catania

Un medico dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania è stato aggredito e brutalmente picchiato da un gruppo di balordi composto da 9 persone che volevano estorcergli il nome di una paziente. minorenne.

L’aggressione è avvenuta nella struttura sanitaria. Secondo quanto ricostruito, il medico si era rifiutato di fornire le generalità di una minore di 16 anni ricoverata nel nosocomio a seguito di un incidente stradale avuto con il capo branco che ha aggredito il medico.

Si tratta di Mauro Cappadonna, 47enne, già noto alle forze dell’ordine, a capo della spedizione punitiva. L’uomo era proprietario della macchina danneggiata nell’incidente stradale in cui è rimasta coinvolta la sedicenne.

Cappadonna voleva scoprire l’identità della ragazza per poterla evidentemente intimorire, pare su questioni di tipo assicurativo. Trovando il medico indisposto, Mauro Cappadonna ha organizzato una spedizione punitiva in ospedale per farsi svelare dal medico, con l’uso della forza, l’identità della paziente.

Un elemento che è vietato dalla legge sulla privacy in quanto paziente, ma soprattutto dalla deontologia professionale che è molto rigorosa per i camici bianchi. Per cui il professionista, nel rispetto delle norme, ha negato il nome della ragazza e per tutta risposta ha dovuto subire la brutale aggressione del branco capeggiato dal 47enne.

La vittima ha riportato un edema alla regione orbitale e ha una prognosi di 15 giorni. Visionate le telecamere di sorveglianza gli investigatori sono riusciti a risalire al gruppo. Cappadonna è finito in manette, mentre alcuni sono stati denunciati.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Usb aeroporto di Pisa: “In Ucraina armi anziché aiuti umanitari”

"Armi mascherate da "aiuti umanitari" dirette segretamente in Ucraina dall'Italia". Lo sostiene l'Unione sindacati di base dell'aeroporto di Pisa,...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER