16 Maggio 2022

Choc a Napoli, spara all’ex moglie. 26 anni fa uccise la prima consorte

Stessa categoria

luogo sparatoria Napoli Giuseppe Antonucci spara a exUn ex omicida, Giuseppe Antonucci, già condannato per l’omicidio della moglie avvenuto 26 anni fa, ha di nuovo sparato e ferito la ex nuova moglie. Il fatto incredibile è successo a Napoli, vicino al Tribunale, dove l’uomo ha sparato alla vecchia fiamma e al suo nuovo compagno.

Entrambi feriti, la coppia è stata trasportata in ospedale dai sanitari del 118: la donna sarebbe stata colpita alla testa mentre l’uomo all’emitorace. Le condizioni di salute di quest’ultimo sarebbero più gravi.

Lo sparatore, 54enne originario Casalnuovo, è stato bloccato dalla Polizia grazie all’intervento di un agente che lo ha chiamato telefonicamente e convinto ad arrendersi. Secondo quanto ricostruito, Antonucci avrebbe inseguito la coppia per un centinaio di metri, sparando, fino all’ingresso della stazione ferroviaria della Circumvesuviana. Il movente del tentato omicidio non è ancora chiaro.

Giuseppe Antonucci è recidivo in fatto di femminicidio. Il 25 gennaio del 1991, quindi quasi 26 anni fa, al culmine di una lite accoltellò e uccise la moglie Loredana Esposito. Per quell’omicidio, avvenuto nel Rione Luzzatti, Antonucci venne condannato a venti anni di carcere, il 2 febbraio del 1993. Giuseppe Antonucci allora ferì anche il cognato e la suocera.

Antonucci si era risposato con la vittima di oggi, ma poi dopo tempo si sono lasciati. Probabilmente la forte gelosia lo ha portato a ritentare il femminicidio.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Usb aeroporto di Pisa: “In Ucraina armi anziché aiuti umanitari”

"Armi mascherate da "aiuti umanitari" dirette segretamente in Ucraina dall'Italia". Lo sostiene l'Unione sindacati di base dell'aeroporto di Pisa,...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER