2 Marzo 2024

Mafia, sequestrato patrimonio al “giostraio” di Gioia del Colle

Correlati

carabinieri di notteI carabinieri del comando provinciale di Bari stanno eseguendo una misura di prevenzione patrimoniale di sequestro di beni, per un valore di circa 1,2 milioni di euro, nei confronti di Amilcare Monti Condesnitt, di 48 anni, di Gioia del Colle (Bari), noto come “il giostraio”, già condannato per traffico di sostanze stupefacenti, detenzione di armi da guerra, violazione delle norme sull’immigrazione e ricettazione.

Il provvedimento, innescato da accertamenti patrimoniali del Nucleo investigativo del Reparto operativo di Bari, è stato emesso dal Tribunale di Bari su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia.

Un’attività investigativa che proviene da indagini preliminari riguardanti il rinvenimento, tra aprile e maggio dello scorso anno, di tritolo che, secondo un collaboratore di giustizia, sarebbe dovuto servire a compiere un attentato, ordito dalla camorra, ai danni del Procuratore di Napoli, Giovanni Colangelo, episodio per il quale all’epoca Monti Condesnitt finì in carcere.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Il ministro russo Lavrov risponde a Macron: “Le truppe occidentali sono già in Ucraina”

Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, citato dalla Tass, risponde al presidente francese Macron su un eventuale invio...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)