1 Marzo 2024

Fanno judo con stufa accesa, 8 bambini in ospedale per monossido

Correlati

Fanno judo con stufetta accesa, malore per monossido per bambini Otto bambini dai 5 ai 10 anni sono stati trasportati in ospedale per una lieve intossicazione da monossido di carbonio fuoriuscito dalla stufetta di una palestra di judo in via Sismondi 34, a Milano.

I bambini si stavano allenando quando, attorno alle 18, l’istruttore si è accorto dei loro malori, in particolare dei capogiri e della sonnolenza diffusa. Quattro sono stati portati al Fatebenefratelli, due alla clinica De Marchi e 2 al Niguarda. Le condizioni di tutti non sono preoccupanti.

Altri bambini che erano presenti alla lezione non hanno avuto bisogno di ricovero e sono stati portati a casa dai genitori. Anche l’istruttore e la segretaria hanno rifiutato di sottoporsi ad accertamenti. Secondo quanto accertato dai vigili del fuoco, la fuga sarebbe stata provocata da un malfunzionamento di una stufetta.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Da Israele nuovo massacro a Gaza. Uccisi oltre cento palestinesi in coda per il cibo

Nuova carneficina dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Oltre cento palestinesi sono stati uccisi mentre erano in fila per...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)